Paestum, ‘Rosae di Paestum’: parte la rassegna letteraria all’ombra dei templi

Partirà lunedì ‘Rosae di Paestum’, rassegna dedicata ai libri e alla lettura, organizzata dall’assessorato alla Cultura del Comune di Capaccio Paestum in collaborazione con la Fondazione Giambattista Vico e l’Istituzione Poseidonia.

Piazza Basilica, splendido salotto naturale nel cuore dell’area archeologica di Paestum, ospiterà, infatti, tutti gli incontri letterari all’ombra dei templi più famosi al mondo. «La lettura può essere intesa come mezzo per comunicare o imparare, per trasferire o conoscere, ma i libri rimangono il più formidabile strumento per far circolare e affermare le idee», dichiara Eustachio Voza, assessore alla Cultura di Capaccio Paestum. La prima serata, lunedì 8 luglio, sarà dedicata a ‘Cinema e Memorie’, con Lina Wertmuller che presenterà ‘Tutto a posto e niente in ordine’.

Si proseguirà domenica 14 luglio con Sergio Zavoli e ‘L’infinito istante’, nell’ambito di una serata dedicata a ‘Le voci della poesia’. La serata di giovedì 18 luglio, invece, sarà dedicata alla cronaca noir: la giornalista Piera Carlomagno illustrerà il suo libro ‘Le notti della Macumba’ mentre domenica 21 luglio si parlerà di ‘Fondamenti di geometria sentimentale’ con Viola Ardone, autrice di ‘Le ricette del cuore in subbuglio’.

La rassegna continuerà lunedì, 22 luglio, e tema della serata sarà ‘Il fascio della memoria’: Marina Ripa di Meana presenterà ‘Invecchierò ma con calma’, mentre, martedì 23 luglio Valerio Massimo Manfredi presenterà ‘Il mio nome è nessuno’ nell’ambito di una serata dedicata a ‘La magia del mito’. Gli ultimi due appuntamenti si terranno ad agosto: venerdì 16 Vincenzo Pepe, durante una serata in cui si parlerà di ‘Identità e progresso’, presenterà ‘Non nel mio giardino’. A chiudere la rassegna, venerdì 23, sarà Gennaro Sangiuliano autore de ‘L’inutile federalismo’ occasione per discutere del fallimento del sogno federale.