• Home
  • Cultura
  • Vinicio Capossella, Fabri Fibra e Almamegretta: a Sant’Arsenio è tutto pronto per Voci dal Sud

Vinicio Capossella, Fabri Fibra e Almamegretta: a Sant’Arsenio è tutto pronto per Voci dal Sud

di Marianna Vallone

Quarantacinque artisti, tra big ed esordienti, si alterneranno a Sant’Arsenio, da giovedì 8 a domenica 11, nel Parco nazionale del Cilento e Vallo di Diano, per il festival ‘Voci dal Sud’, in cui si esibiranno Vinicio Capossella e la Banda della Posta, Fabri Fibra, Meg, gli Almamegretta, gli Asian Dub Foundation e molti altri. Il festival, giunto all’ottava edizione, è tra gli appuntamenti più attesi della stagione estiva musicale. Dal 2005 è cresciutoa tal punto da diventare un festival di importanza nazionale, punto di riferimento per il Sud Italia. «L’ultima edizione – fa sapere l’organizzazione – ha raggiunto numeri significativi: 25.000 spettatori e 50 ore complessive di musica live. Lo scopo è collegare l’universo giovanile con la cultura, in tutte le sfaccettature. Il festival è anche promotore del territorio, con l’integrazione di percorsi guidati a siti quali le Grotte di Pertosa e la Certosa di Padula, e del patrimonio enogastronomico, attraverso la vetrina dello spazio Aperitivo, dedicato ai prodotti tipici locali». La direzione artistica di Voci dl Sud Summer Festival è affidata a Giuseppe Macchia in collaborazione con Arealive.

Programma A dare il via a Voci dal Sud, giovedì 8, sono le sonorità elettroniche di Meg, reduce dal suo Bipolare Tour, che sarà accompagnata dal reggae di Jovine e dai fratelli Giuradei. Venerdì 9 è la volta di Fabri Fibra, una delle star del rap nostrano, che sarà accompagnato sul palco da Clementino. Il 10 agosto il palco di Voci dal Sud ospiterà Vinicio Capossela che presenta la Banda della Posta, un nuovo progetto sulle musiche popolari dei matrimoni degli anni cinquanta. Chiuderanno l’evento i londinesi Asian Dub Fundation che presenteranno il nuovo album “Signal and The Noise” in uscita proprio ad agosto. Con loro sul palco, anche gli Almamegretta con brani tratti dall’ultimo disco, “Controra”.

Voci dal Sud è anche teatro Sul palcoscenico teatrale si alterneranno attori di fama e di lungo corso con compagnie di professionisti emergenti. Ad aprire la rassegna sarà Francesco Paolantoni con lo spettacolo ‘Che fine ha fatto il mio io?’, la seconda e la terza sera andranno in scena rispettivamente le compagnie Officina Teatro con lo spettacolo ‘Mangiare veleno per partorire morte’ e Posteggiatori Tristi con lo spettacolo ‘All’idea di quel metallo’. I quattro giorni di festival si chiuderanno con lo spettacolo di Salvatore Cantalupo dal titolo ‘La bomboniera cantante’.

Operazione 10.000 reggiseni E’ stata lanciata, in occasione di Voci dal Sud, anche ‘Operazione 10.000’ a cura di Giuseppe Di Vietri. Vincitore del festival Mutarte edizione 2011 con l’opera “Madre Patria”, in occasione dei 150 anni dell’Unità d’Italia, Giuseppe ha montato una bandiera d’Italia utilizzando 150 reggiseni in una chiesa sconsacrata del ‘1300 di Rofrano. Quest’anno l’artista vuole reinterpretare l’opera “Madre Patria” su larga scala, proprio a Sant’Arsenio nel corso di Voci dal Sud, lanciando la sfida “Operazione 10.000.Serviranno tantissimi reggiseni. «Siamo appena a 200, ma speriamo di raccoglierne molti durante la 4 giorni salernitana», ha commentato Di Vietri.

©

©Riproduzione riservata




A Cura di

Marianna Vallone

Giornalista per professione e comunicatrice per passione, sono alla continua ricerca di storie da raccontare e tramonti da immortalare. Nata sulla costa di Maratea ma morigeratese da sette generazioni. Vivo nel cuore verde del Cilento e sono felice. Faccio domande anche quando conosco le risposte, perché continuo a pensare che l’essere umano sia il viaggio più bello da fare.
Tutti gli articoli di Marianna Vallone

© Giornale del Cilento - Gerenza

Iscrizione al Tribunale Vallo della Lucania n.580/2009 del 04.09.2019