Sicignano degli Alburni. A Salvatore Cecenia il premio “Spartacus alle Nares Lucanae”

Infante viaggi

Salvatore Cicenia (preside dell’Istituto Da Vinci di Salerno) con il volume “Mezzogiorno, cultura e politica in Michele Solimena (1795-1864)” è il vincitore della prima edizione del Premio storico -letterario “Spartacus alle Nares Lucanae” organizzato dalla omonima associazione culturale in collaborazione con l’Amministrazione comunale di Sicignano degli Alburni, con il patrocinio morale della Società salernitana di Storia Patria e delle Università del Salento, di Salerno e di Udine.

Il volume di Cicenia, pubblicato dalla casa editrice Laveglia&Carlone studia, per la prima volta, la figura di Michele Solimena attraverso l’analisi critica delle sue opere ed una copiosa quantità di documenti inediti.

Per il secondo posto un ex aequo: il libro “Popolo e Risorgimento nelle fonti orali del Vallo di Diano” di Giuseppe Colitti ed il libro “Il Vallo di Diano da Sciarpa a Garibaldi” di Giuseppe D’Amico.

  • assicurazioni assitur

Prima della premiazione (la cerimonia si è svolta presso l’agriturismo Sicinius) si è tenuto un convegno dal tema “I pro e i contro dell’Unità d’Italia” nel corso del quale, dopo il saluto del sindaco Alfonso Amato, sono intervenuti l’editore Carmine Carlone, i docenti universitari Valdo D’Arienzo, Ileana Del Bagno, Silvio De Majo e Sebastiano Martelli.

Il premio letterario si prefigge di incentivare gli studi sulle vicende dei territori della Campania, della Basilicata in generale e del Salernitano in particolare, assegnando un premio negli anni pari a opere individuali, pubblicate nel corso dell’ultimo triennio, di storia, archeologia, arte e diritto riguardanti il periodo antico e medievale e negli anni dispari quelle riguardanti il periodo moderno e contemporaneo.

assicurazioni assitur