Agropoli, muore schiacciato dal treno: è suicidio

Infante viaggi

Secondo suicidio nel giro di un mese alla stazione dei treni di Agropoli. A perdere la vita questa volta è un 47enne del posto. Si tratta di Giuseppe D’Agostino. L’uomo, per cause ancora sconosciute a chi indaga sul caso, ha deciso di farla finita gettandosi dal terzo binario davanti al treno regionale 3476 proveniente da Napoli e diretto a Sapri. Il fatto è accaduto intorno alle 23 di sabato. Sul posto i soccorsi, gli inquirenti e il magistrato di turno. Disagi alla circolazione dei treni.

I particolari Il malcapitato era stato da poco sfrattato dalla propria abitazione in località Fuonti perchè ritenuta non sicura. L’uomo era attualmente ospite di amici, ma non lavorava. L’episodio ha lasciato incredula la comunità di Agropoli. Il corpo è stato sbalzato dal convoglio per decine di metri.

Gli accertamenti Sul posto è arrivata un’ambulanza del 118. I sanitari non hanno potuto far altro che accertare il decesso dell’uomo. Alla stazione sono arrivati anche i vigili del fuoco di Eboli, i carabinieri della locale compagnia e gli uomini della polfer. Contattato il magistrato di turno presso la procura della Repubblica di Vallo della Lucania, sul posto è giunta anche la polizia scientifica.

  • Vea ricambi Bellizzi

Disagi L’incidente ha causato disagi e rallentamenti alla circolazione dei treni. Il traffico ferroviario si è bloccato in entrambe le direzioni per diverse ore. Il treno, che sarebbe dovuto arrivare a Sapri alle 23.40, è partito con circa due ore di ritardo.

Secondo suicidio Era l’11 settembre, circa un mese fa, quando dagli stessi binari decise di farla finita Annamaria Di Muoio. La 35enne di Perdifumo si lanciò sotto un Eurostar che viaggiava anch’esso verso sud. Con quello di stasera il bilancio alla stazione di Agropoli è davvero tragico: due suicidi in un mese.

©Riproduzione riservata

  • Lido La Torre Palinuro
  • Lido Urlamare Palinuro
  • assicurazioni assitur
  • Vea ricambi Bellizzi