Salerno, la corte dei conti bacchetta la provincia: i gruppi Udc e Fli chiedono chiarimenti

La corte dei Conti ha diffidato la provincia di Salerno ad ottemperare alle «necessarie misure correttive» in ordine ai rilievi contenuti in una nota in merito a «comportamenti irregolari».

Nello specifico, la Corte ha mosso rilievi specifici in ordine a «comportamenti difformi alla sana gestione finanziaria dei bilanci fino ad ora approvati»; in particolare, i rilievi riguardano spese per il personale, e quindi «attività di consulenza, incarichi professionali, collaborazione autonoma», per i quali i dati forniti si rivelano “privi di trasparenza”. Sul punto, i gruppi consiliari di UDC e FLI, che da oltre sei mesi fa avevano già chiesto chiarimenti in ordine a tutti gli incarichi fiduciari assunti dall’ente, anche in relazione al patto di stabilità, senza però ottenere risposte soddisfacenti.