Terrore al porto, nel Cilento due uomini estraggono una pistola e sparano

Un colpo di pistola esploso in aria al porto di Agropoli intorno alla mezzanotte ha fatto scatenare il panico lungo la cittadina costiera cilentana. Due pregiudicati di Napoli, precisamente di Palma Campania, hanno avuto una discussione con alcuni diportisti della zona. Le forze dell’ordine hanno ricostruito la vicenda e alla base della lite ci sono motivi molto futili. Giovanni Lauri, 40 anni, e il suo amico Angelo Amoroso, 38 anni (entrambi nella foto in basso), hanno estratto la pistola e sparato un colpo in aria per, probabilmente, intimorire le altre persone. I diportisi, impauriti, hanno chiamato i carabinieri al telefono. Sul posto sono arrivati i militari della compagnia di Agropoli, agli ordini del capitano Giulio Presutti. Alla vista delle forze dell’ordine, uno dei due napoletani ha gettato in mare l’arma. Il nucleo subacquei dei carabinieri, però, si è gettato nel porto di Agropoli e ha ritrovato in poco tempo la pistola con matricola abrasa che è finita sotto sequestro. Amoroso e Lauri sono stati arrestati per porto d’arma clandestina, minaccia a mano armata ed esplosione pericolosa in pubblico. Insieme alla pistola i carabinieri hanno sequestrato cinque pallottole, una cartuccia e un bossolo. Sul porto di Agropoli è arrivata anche l’ambulanza del Psaut locale. I due sono agli arresti domiciliari in attesa del processo per direttissima.

©Riproduzione riservata