Migranti: festa per il battesimo della piccola Monica, ospite dello Sprar di Ottati

Se è vero, come diceva don Tonino Bello, che La pace è la convivialità delle differenze, Ottati è il regno della serenità. Nel piccolo centro cilentano domenica mattina la piccola Monica ha ricevuto il battesimo in un giorno speciale, quello della Giornata Mondiale del migrante e del rifugiato. Appena un anno, nata a Piaggine, figlia di due genitori ghanesi, Esther e Ghideon, è ospite dello Sprar di Ottati. Il sindaco Eduardo Doddato e sua moglie hanno avuto l’onore di essere padrino e madrina della piccola. «Accogliere, proteggere, promuovere, integrare: sono i 4 verbi scelti da papa Francesco per la 104esima Giornata mondiale del migrante e del rifugiato, che si celebra oggi 14 gennaio. Da tempo proviamo a praticarli attraverso l’accoglienza diffusa ovvero l’ospitalità di quattro o cinque nuclei familiari per ciascun comune – spesso a rischio di desertificazione – spiega il Consorzio La Rada – I nostri auguri ai genitori Esther e Ghideon e il nostro grazie al Sindaco Eduardo Doddato e consorte, padrino e madrina della piccola Monica e all’intera comunità di Ottati che ha saputo accogliere, proteggere, promuovere, integrare».

©Riproduzione riservata