Scommesse anomale su Parma-Ancona, vincite anche in Cilento

Infante viaggi

La Procura di Napoli non ha ancora aperto un fascicolo sulla vicenda della anomala mole di scommesse registrate a Pozzuoli sulla vittoria dell’Ancona, ultimo in classifica, per 2-0 nella gara esterna con il Parma di Lega Pro, giocata domenica 9 aprile. Il risultato sul campo è stato quello giocato dagli scommettitori. Presto, però, le informazioni raccolte dai carabinieri di Pozzuoli si concretizzeranno in atti ufficiali. A Pozzuoli, nelle zone di Arco Felice, Toiano e Monterusciello, aree in cui le agenzie di scommesse hanno raccolto innumerevoli puntate sul risultato ‘sicuro’ della partita, si fa un gran parlare delle vincite consistenti realizzate. Vincite sospette sono state registrate anche nel Cilento. A Vallo della Lucania, ad esempio, c’è chi ha puntato molti soldini sul risultato fisso di 0-2 in favore dell’Ancona. Come anche a Capaccio e ad Agropoli. Casi sporadici questi cilentani, a differenza di Napoli, dove interi condomini hanno esultato al gol bianco rosso del raddoppio.

I carabinieri, diretti dal capitano Elio Norino, hanno acquisito atti sulle giocate ed ascoltato alcuni testimoni, ma mantengono il riserbo sulla vicenda. Gli inquirenti stanno verificando se il fenomeno delle giocate anomale sia circoscritto solo all’area flegrea o l’impennata si sia registrata anche in altre zone del Paese. Inoltre si cerca di capire se esista un filone di collegamento Parma-Pozzuoli che abbia potuto creare una sorte di canale preferenziale per chi ha ricevuto l’imbeccata vincente. I gestori delle agenzie di scommesse, una volta notata l’anomalia delle giocate sulla gara di Lega Pro, hanno chiuso anzitempo la raccolta delle puntate, bloccando tutte le giocate dell’ultimo giorno. 

  • Vea ricambi Bellizzi

©Riproduzione riservata

  • Lido La Torre Palinuro
  • Vea ricambi Bellizzi
  • assicurazioni assitur
  • Lido Urlamare Palinuro