Sapri: rifiuti speciali nascosti sulla spiaggia

Infante viaggi

L’azione dei carabinieri in collaborazione con la polizia municipale di Sapri, ha portato alla denuncia di sette persone, quattro rumeni che detenevano i rifiuti e tre italiani  che completavano il traffico di rifiuti speciali, in particolar modo, di batterie al piombo che venivano nascoste sulla spiaggia saprese in località “Pali”. I rumeni avevano nascosto 268 batterie all’interno di gabbiotti costruiti appositamente. Il peso totale delle batterie è di oltre 4000 chili. Quando le forze dell’ordine sono intervenuti i quattro rumeni sono stati colti in flagranza di reato. I rumeni, infatti, sono stati sorpresi mentre cedevano a tre uomini italiani i rifiuti speciali e quindi,  ponendo così in essere, in concorso fra loro, l’attività di raccolta, trasporto, recupero e smaltimento di rifiuti speciali pericolosi, in completa mancanza di autorizzazione, iscrizione o comunicazione prescritta dalla normativa vigente. Gli uomini del tenente Tamorri hanno sequestrato il materiale  e lo hanno affidato in custodia giudiziale ad una ditta specializzata ed abilitata a detenerlo.

  • Assicurazioni Assitur

Le indagini continuano per verificare la provenienza, e soprattutto la destinazione, di tale materiale.

Assicurazioni Assitur