Cilentano mangiava e non pagava il conto a Potenza: arrestato per estorsione

Entrava all’interno di ristoranti, pizzerie e fast food e mangiava a volte ad ora di pranzo, altre volte ad ora di cena. Poi si alzava e usciva dal locale rifiutando di pagare il conto. Se il gestore insisteva, lui lo minacciava.

E’ successo a Lagonegro in provincia di Potenza, dove un 50enne di Futani è stato arrestato dai carabinieri per estorsione ai danni di attività commerciali. Le forze dell’ordine dei comandi provinciali di Salerno e Potenza hanno tratto in arresto T.C., residente a Futani, nato nel ’63. Le indagini sono state svolte e portate a termine dai carabinieri di Lagonegro e il provvedimento è stato emesso dal Tribunale locale.

L’uomo è ritenuto responsabile di minaccia ed estorsione aggravata e continuata ed è stato condannato a scontare tre anni e otto mesi di reclusione. Stando alla ricostruzione investigativa, più volte l’uomo si era recato presso esercizi commerciali di Lagonegro pretendendo di consumare pasti e nel momento in cui doveva pagare il conto si rifiutava. I gestori nel momento del rifiuto si avvicinavano all’uomo per cercare di avere i soldi che spettavano a loro. Lui invece si allontanava e minacciava chiunque si avvicinasse per avere denaro. Il 50enne cilentano è ora al carcere di Vallo della Lucania dove sconterà la pena.

©Riproduzione riservata