Cannalonga set di un cortometraggio dal titolo ‘La Madonna delle Candele’

Infante viaggi

‘La Madonna delle Candele’ è il titolo di un cortometraggio che è stato girato nel centro storico di Cannalonga dal 2 al 10 agosto 2015. Il cortometraggio narra la struggente storia d’amore fra un umile pittore e la nobile Chiara, avvenuto nel Cilento del fine XVI secolo. Lo scopo delle riprese è quello di esaltare, oltre le bellezze paesaggistiche di Cannalonga, anche l’affresco rinvenuto nel locale adibito a sacrestia in seguito ai lavori per il restauro della chiesa S.Maria Assunta. Proprio durante un’ispezione nel locale adibito a sacristia, il parroco, oltre alla struttura particolare del soffitto realizzato a volte incrociate, notò l’affiorare di tracce di dipinti su una delle quattro pareti che, al momento, era quasi interamente coperta da due grossi armadi. Una volta che questi furono rimossi si poté osservare la presenza di tre distinti affreschi, in gran parte coperti da pitturazioni approssimative e forse anche intonaci. I segni visibili facevano pensare a dipinti molto antichi che, però, avevano bisogno di interventi di restauro per poter diventare fruibili a tutti. Ed è quello che è stato fatto in questi anni superando le inevitabili lungaggini burocratiche e le oggettive difficoltà dell’intervento. I ragazzi che durante la cerimonia ne hanno illustrato il significato, l’hanno definita Madonna della Tenerezza. Un progetto collettivo finanziato e prodotto dalla parrocchia S. Maria Assunta e realizzato in collaborazione con il regista Gianni Petrizzo e la troup di Cilento Channel canale 636 con sede ad Agropoli (SA) e con redazione anche a Cannalonga. Progetto fortemente voluto dal parroco, nonché professore di storia contemporanea all’università di Salerno, Luigi Rossi dietro suggerimento dell’avvocato Giovanni Laurito, autore del cortometraggio. 

  • Vea ricambi Bellizzi
  • Vea ricambi Bellizzi
  • Lido La Torre Palinuro