Cilento, «armato» di pinza e sacco nero ripulisce le strade dai rifiuti: è un ex vigile urbano in pensione

Ripulisce dall’immondizia la strada che da Ripe Rosse arriva fino ad Agnone. E’ un ex vigile urbano che ogni giorno, armato di pinza e sacco nero raccoglie tutto quello che trova ai bordi della strada. A segnalare il caso alla redazione del giornale del Cilento è un nostro lettore, Domenico Funicello, colpito positivamente da questo «esempio da imitare». Pubblichiamo integralmente la lettera

Ogni anno, di ritorno dalle vacanze, ci portiamo dentro ricordi di momenti, di persone, di luoghi, delle cene con gli amici, del mare che ci ha cullati. Poi si riprende il lavoro, e le vacanze restano un lontano ricordo, per far spazio a nuovi desideri, per pensare alle prossime. Quest’anno sono rimasto particolarmente colpito da una persona,  che nel tardo pomeriggio dei giorni di agosto,  quasi ogni giorno, ho visto lungo le strade che dalla località Ripe Rosse protendono fino ad Agnone, e sto parlando della ex statale 267 nel Comune di Montecorice, che con un sacco nero dell’immondizia in una mano e una specie di pinza nell’altra, vedevo raccogliere tutto ciò che trovava ai bordi della strada.

Incuriosito, ho chiesto ad alcuni conoscenti, e mi hanno riferito che da un po’ di tempo a questa parte Franco, questo il nome della persona, ex vigile urbano in pensione,  armato di sacco e pinza, tiene pulite le strade di cui sopra, e sto parlando di un tratto notevole, almeno 4 /5 chilometri.

Mi fanno notare che qualcuno lo ha definito pazzo, qualcun altro scemo, qualcuno addirittura che lo fa per un tornaconto personale, che onestamente non riesco a concepire, e ho voluto approfondire un po’ la cosa, e ho  tratto la mia personale conclusione, che ho voluto condividere sulle pagine di questo splendido giornale, affinchè tutti i lettori del Cilento possono  trarre personali considerazioni, e la mia è stata semplice: ce ne fossero di persone così! Ce ne fosse di gente che, mettendo da parte ogni forma di interesse o di egoismo, dedicasse una piccolissima parte del proprio tempo per tenere in ordine il proprio territorio, spesso anche solo gli spazi davanti la propria abitazione, ne trarrebbe giovamento non solo il proprio paese, ma l’intero territorio, credo sia bello per tutti non vedere ai bordi delle strade le solite bottiglie e buste di plastica, pacchetti di sigarette, carte e cartoni, che tanta gente cosiddetta “CIVILE”  butta scorrettamente lungo le strade.

Io ritengo particolarmente lodevole l’operato del nostro amico Franco, e mi augurerei che tanti altri cittadini prendessero spunto da questo personaggio per fare tante piccole cose che servirebbero a dare lustro ai nostri borghi, alle vie, alle strade, non ci si aspetti sempre che siano “gli altri”, che sia il Comune, che sia “lo Stato”, a volte basta poco e poco tempo per rendere semplice ciò che poi può diventare difficile.

Grazie amico Franco, ti giunge il mio plauso per quello che fai per il tuo ed il mio territorio.

Domenico Funicello – Orbassano, 11 settembre 2014

©Riproduzione riservata

Foto tratta dal web