• Home
  • Cultura
  • Tempo di semina a Caselle in Pittari per il “Palio del Grano” 2012

Tempo di semina a Caselle in Pittari per il “Palio del Grano” 2012

di Marianna Vallone

La terra casellese è pronta per essere preparata al nuovo ciclo del grano. E, con essa, anche la Proloco, l’associazione “Terramadre”, i rioni e i paesi compari che, nella mattinata di oggi, daranno inizio alle attività di semina per l’ottava edizione del Palio del Grano, l’evento dal sapore semplice e antico che ha “seminato” ammiratori in moltissimi paesi del Cilento, e non solo.

A partire dalle ore 9:00, nel campo di contrada San Nicola, saranno seminati 150 kg di grano per il campo di gara, e in un campo sperimentale verranno messe a dimora le antiche sementi come la “Ianculidda”, “Russulidda”, “Cappelli”, “Saraodda”.

Parteciperanno a questo progetto, che prende il nome di Biblioteca del Grano, gli alunni dell’Istituto Comprensivo di Caselle in Pittari.

La giornata – ci spiega Giuseppe Rivello della Proloco di Caselle in Pittari – si articolerà in momenti di lavoro contadino e momenti di interazione con il “teatro rurale u’cundu” curato dall’attore buonabitacolese, Giancarlo Guercio, e momenti di conoscenza botanica curati da Nicola di Novella“.

I campi pieni di “oro” si faranno attendere ancora otto mesi, nel frattempo spereremo nel detto “chi semina.. raccoglie”!

NOTIZIE CORRELATE:

Caselle in Pittari, il rione “pantanedda” si aggiudica il primo posto al “Palio del Grano”

Caselle in Pittari, intervista a Giuseppe Rivello del consiglio direttivo della proloco di Caselle in Pittari per conoscere come nasce l’idea del “Palio del Grano”

Caselle in Pittari, conto alla rovescia per la VII edizione del “Palio del Grano”: “Un’occasione per rivalutare il lavoro contadino”

Morigerati, il “Palio del Grano” nelle Oasi Wwf “Grotte del Bussento”. Domenica 17 sarà istituita la comunità Slow Food “Ianculidda e Russulidda di Caselle”

Palio del Grano 2011: molitura del grano nelle viscere della terra. Le antiche sementi “Ianculidda e Russulidda” macinate nel mulino ad acqua delle Oasi di Morigerati

© RIPRODUZIONE RISERVATA

©Riproduzione riservata




A Cura di

Marianna Vallone

Giornalista per professione e comunicatrice per passione, sono alla continua ricerca di storie da raccontare e tramonti da immortalare. Nata sulla costa di Maratea ma morigeratese da sette generazioni. Vivo nel cuore verde del Cilento e sono felice. Faccio domande anche quando conosco le risposte, perché continuo a pensare che l’essere umano sia il viaggio più bello da fare.
Tutti gli articoli di Marianna Vallone

© Giornale del Cilento - Gerenza

Iscrizione al Tribunale Vallo della Lucania n.580/2009 del 04.09.2019