• Home
  • Cultura
  • Ascea: In scena “Absences. Le donne di Shakespeare”

Ascea: In scena “Absences. Le donne di Shakespeare”

di Rosalia Tancredi

In scena tutte le arti: recitazione, moda – costume, scultura, disegno, pittura, danza, musica dal vivo, per narrare dieci opere di William Shakespeare (La Tempesta, Re Lear, Romeo e Giulietta, Cimbelino, Amleto, Otello, La bisbetica domata, Antonio e Cleopatra, Tito Andronico, Macbeth), questo il lavoro, presentato in anteprima dal centro studi Hemera, che non è nuovo a questa tipologia di progetti teatrali.

Dieci personaggi femminili, di dieci opere di William Shakespeare hanno rappresentato il filo rosso dell’impianto ideato per “Absences. Le donne di Shakespeare”.

Una galleria di splendide figure accomunate da tratti caratteristici: Imogene e Giulietta, esempi d’amore profondo che non temono l’estrema dipartita; Cleopatra e il suo coraggio che, attraverso la morte, resta invitta nella disfatta; Miranda e Cordelia modelli di obbedienza e dolcezza filiale; Gertrude e Tamora rappresentazioni dolorose di pietà materna, Tamora legata a Lady Macbeth nell’efferatezza e nella crudeltà dell’assassinio, la stessa Lady Macbeth personaggio oracolare, ineluttabile preda della follia come Ofelia; Desdemona e Lavinia, vittime innocenti dell’inesorabilità del fato e della malvagità umana.

Uno spettacolo appassionante ed intrigante durante il quale la musica di accompagnamento, a cura di Luca Gaeta (violino Luca Gaeta, chitarra Antonio De Martino) ha evocato stati d’animo e situazioni cruciali, creato atmosfere suggestive  e sottolineato il carattere dei personaggi.

I diversi ruoli sono stati interpretati da Biancarosa Di Ruocco (Chorus inter dramatis personae/Lady Macbeth), Mariasofia Fiorillo (Miranda / Ofelia), Cristina Orrico (Gertrude /Cleopatra),Mara Polverino (Tamora /Cordelia), Gerardina Tesauro (Chorus Primus et ultimus), Carmine D’Agosto (Romeo / Dercetas), Enrico De Nicola (Prospero / Petrucchio), Salvatore illeggittimo (Re Lear /Otello), Alberto Tafuri (Marco Andronico/ Leonato), Rossella D’Onofrio (Ariel tersicorea), Carmela Bucciarelli e Francesco Memoli (Romeo e Giulietta tersicorei / Antonio e Cleopatra tersicorei).

Creati da Barbara De Marco i costumi dei personaggi femminili, da Grazia Coviello i costumi dei personaggi maschili, da Maddalena Stoppiello gli accessori, con la sartoria artistica di Claudia Maffia.

Travolgente, inoltre, è stato il corpo di ballo composto da Maristella Bini, Valeria Dente, Maria Domini, Cristina Morretta, Valentina Polichetti, Veronica Morretta, Santoro Sara, che ha eseguito le coreografie, trade d’union all’intera rappresentazione, a cura di  Filomena Domini.

©

©Riproduzione riservata



© Giornale del Cilento - Gerenza

Iscrizione al Tribunale Vallo della Lucania n.580/2009 del 04.09.2019