• Home
  • Cilento in 10 scatti
  • Il golfo di Policastro ha il suo primo profumo: Saprì incanta la baia e fa innamorare i turisti (FOTO)

Il golfo di Policastro ha il suo primo profumo: Saprì incanta la baia e fa innamorare i turisti (FOTO)

di Redazione

Passeggiando tra le vie della cittadina di Sapri, un profumo e una scorpacciata di colori vivaci catturano la vista e l’olfatto, con una buona dose di curiosità, dei passanti di corso Umberto primo nei pressi della villa comunale. ‘Exenza’ è il nome delle botteghe nella bottega nata nel golfo di Policastro circa un anno fa, che grazie a una giovanissima coppia di commercianti di Napoli sta facendo parlare di se’ ovunque. Con le parole non è molto semplice descrivere una “gioielleria” al servizio del benessere dei clienti. Varcando la soglia del locale si resta a bocca aperta. Inebriati dalla moltitudine di saponi artigianali, profumi alla spina, camice su misura, borse, bracciali, candele e chi più ne ha più ne metta. C’è di tutto e tutto molto bello e unico. ‘Exenza’ ti prende e ti scaraventa nel passato. Osservando gli scaffali e la vastissima esposizione di prodotti, si passa dalle saponette vendute a peso e fatte con l’olio d’oliva nei pentoloni come facevano un tempo le nonne nel Cilento, a decine di idee innovative. Ci sono cappelli disegnati direttamente da Antonio Sardegna e profumi alla spina di ogni genere, una novità a sud di Salerno mai vista prima. L’occhio di ‘Exenza’, però, mira al futuro, alla crescita, alla nascita e proposizione di nuove idee. Innovazione una delle parole d’ordine. «Dobbiamo tornare a fare quello che sappiamo fare, ognuno nei settori che gli competono», questo è quanto ha affermato il primo cittadino di Sapri, Giuseppe Del Medico, durante l’inaugurazione di Saprì. Saprì è ormai noto un po’ dappertutto, ma sabato il giornale del Cilento è entrato all’interno della bottega di Antonio per scoprire di più su questo nuovo prodotto che presto sarà in tantissime case del golfo di Policastro.

La vera particolarità, la vera curiosità che nel pomeriggio di sabato ha attirato decine di persone, è la creazione di un profumo che porta il nome della città della Spigolatrice. Saprì viene definito dagli esperti come «un mix di odori unici e ricordi inconfondibili del golfo di Policastro». E’ il prodotto ‘punta di diamante’ di ‘Exenza’. E’ azzurro come il cielo e il mare della baia, ma dolce e dalla fragranza inconfondibile. Una pubblicità per Sapri e una soddisfazione per i creatori. Antonio Sardegna, ideatore e proprietario della bottega, per il momento si gode il boom di richieste, ma spera che «un giorno Saprì diventi un nuovo simbolo della città e del turismo di Sapri». Il profumo è da giorni alla ribalta delle cronache locali. Televisioni e giornalisti hanno affollato la sala. All’inaugurazione ha preso parte anche il sindaco Del Medico, oltre ad altri volti noti e di spicco del Parco del Cilento. «Il profumo mi è stato richiesto da una concorrente di Masterchef Italia tramite Facebook prima ancora che venisse lanciato sul commercio – esordisce il sindaco – se ne parla ovunque e sono molto contento di essere qui oggi». «Sono molto entusiasta – continua il primo cittadino ai microfoni di una emittente televisiva – l’ho detto subito ad Antonio che appena mi ha parlato di questo progetto mi ha trovato non solo disponibile, ma nello stesso tempo comprendo la grande prospettiva di questa iniziativa che non è un’iniziativa con un solo carattere commerciale, ma una iniziativa che ha all’interno, a mio avviso, anche altro. Ha la capacità di relazionarsi con un momento particolare dove chi ha voglia di fare va sostenuto e accompagnato e dall’altra parte, quanto abbiamo bisogno che un’immagine nuova di questo territorio e di comunicazione, velocità e giovinezza, venisse creata».

Saprì è curato nei minimi dettagli. C’è un video di presentazione sul web, creato e ideato da Vincenzo Finizola. Il profumo, all’interno della bottega, è esposto come un gioiello. Tra le pietre delle spiagge sapresi, in una conchiglia di vetro e illuminato da una luce che esalta la forma del contenitore e il colore vivo e particolare che fa da sfondo ai caratteri tondeggianti della scritta ‘Saprì’. Se poi lo spruzziamo sulla pelle ci accorgiamo subito che si tratta di una essenza fresca, sia per lui che per lei. Diventa presto una abitudine. Un profumo, appunto, che non vorrai più lasciartelo scappare dal collo. Il primo profumo del golfo di Policastro è nato e la soddisfazione la si percepisce anche dagli occhi dei suoi “genitori”. Fabiola è la fidanzata di Antonio, a lui lascia i microfoni e le fotografie, mentre lei preferisce accogliere e soddisfare i clienti che tornano ogni volta da ‘Exenza’ per la cordialità e il rapporto che i proprietari riescono a tessere fin dal primo momento. «Per spiegare cosa è ‘Exenza’ – dice Antonio Sardegna – mi allaccio ad una dichiarazione del sindaco, che bisogna vibrare dinanzi al bello. Exenza è tutto ciò che di bello io sono riuscito a creare ripartendo dal vecchio prodotto italiano a prezzi popolari». E’ proprio questa infatti una delle tante cose straordinarie di ‘Exenza’: quando ci si aggira per la bottega si ha l’idea di prodotti fantastici e quindi prezzi molto alti, ma non è così. ‘Exenza’ è l’ideale per chi vuole curare il proprio corpo ogni giorno grazie al suo listino accessibile a tutti, ma molti scelgono ‘Exenza’ per acquistare regali originali, e precisiamo, a prezzi ribassati.

©
Redazionale pubblicitario a pagamento. Per informazioni: redazione@giornaledelcilento.it



Galleria fotografica a cura :

©Riproduzione riservata



© Giornale del Cilento - Gerenza

Iscrizione al Tribunale Vallo della Lucania n.580/2009 del 04.09.2019