• Home
  • Cultura
  • “Rapito” a Salerno Max Gazzè: fra i “sequestratori” 3 cilentani. Le foto choc del rapimento, ma è solo uno scherzo

“Rapito” a Salerno Max Gazzè: fra i “sequestratori” 3 cilentani. Le foto choc del rapimento, ma è solo uno scherzo

di Giuseppe Galato

Si trovava a Salerno, presso l’università di Fisciano, il cantautore capitolino, per girare il suo nuovo videoclip, “I tuoi maledettissimi impegni” (per la regia di Duccio Forzano), quando, durante le riprese, è stato di colpo portato via da un gruppo di rapitori: si tratta dell’ordine goliardico del Sultanato Salernitano della Sacra Palma.

Fra i “sequestratori” anche 3 cilentani fra cui Bakunin (Nicola “Riddick” De Marco, di Vallo della Lucania) e Post-it (Sala Consilina).

Il rapimento è stato, naturalmente, una messinscena goliardica che i ragazzi hanno voluto architettare alle spalle di Max Gazzè il quale, al termine del “sequestro”, è stato insignito Gran Visir, una carica Honoris Causa offerta dall’ordine al cantautore.

Le foto del “sequestro” sulla pagina Facebook di Livio Lee Siano not-a-photographer.

©Riproduzione riservata



© Giornale del Cilento - Gerenza

Iscrizione al Tribunale Vallo della Lucania n.580/2009 del 04.09.2019