Vallo di Diano, come richiedere i rimborsi spese per il trasporto scolastico

Infante viaggi

Entro il 30 giugno prossimo sarà possibile richiedere il rimborso delle spese scolastiche sostenute dalle famiglie degli studenti iscritti alla scuola secondaria di primo e secondo grado.

Lo comunica il Piano di Zona Ambito S10, con sede in Sala Consilina, specificando che le spese rimborsabili riguardano i servizi di trasporto scolastico e/o di assistenza specialistica sostenute nell’anno scolastico 2013-2014 così come pubblicato sul BURC n. 39 del 9 giugno scorso a seguito della DGR n. 184/2014 della Regione Campania.

L’importo del singolo contributo, concesso in misura massima del 70% della spesa documentata, non supererà la cifra massima di 150 euro per i servizi di trasporto scolastico e di 500 euro per i servizi di assistenza specialistica.

«L’incremento dell’offerta di servizi destinati a favorire l’accesso e la frequenza ai corsi scolastici – dichiara Antonio Florio responsabile del Piano di Zona S10 – rappresenta un presupposto fondamentale sia per il raggiungimento di più alti livelli negli studi sia per il conseguimento di un pieno successo formativo a vantaggio degli studenti».

Al fine di poter accedere al beneficio/contributo è necessario che le famiglie tengano conto di specifici criteri fissati dalla Regione Campania e validi sull’intero territorio regionale.

In particolare i beneficiari dell’intervento sono, come già detto, gli studenti che hanno frequentato le scuole secondarie di primo e secondo grado della Campania, statali e paritarie, per l’anno scolastico 2013/2014, con esigenze di servizi di trasporto scolastico e/o di assistenza specialistica che:

  • assicurazioni assitur

a) appartengono a famiglie con reddito, riferito all’anno 2012, corrispondente ad un valore ISEE non superiore a 12.500,00 euro;

b) non ricevano o non abbiano ricevuto, nell’anno scolastico 2013/2014, altri analoghi benefici erogati da Pubbliche Amministrazioni per le medesime finalità.

Si precisa, altresì, che per spese per servizi di trasporto scolastico si intendono quelle impiegate per l’acquisto di abbonamenti per la fruizione del trasporto su mezzi pubblici; per costi sostenuti per  spostamenti su linee urbane o extraurbane effettuate con titolo di viaggio nominativo; per il servizio di trasporto a gestione diretta/indiretta della scuola; per l’utilizzo di servizi privati di trasporto; per peculiari esigenze dello studente disabile ovvero in mancanza del servizio pubblico di trasporto.

Sono, invece, considerate spese per servizi di assistenza specialistica quelle sostenute per il trasporto su mezzi attrezzati con personale specializzato in riferimento alle peculiari esigenze degli studenti con disabilità.

La relativa istanza per usufruire dei rimborsi va presentata, utilizzando l’apposito modulo, solo ed esclusivamente all’istituto scolastico frequentato nell’anno scolastico 2013/2014 entro e non oltre il termine ultimo del 30 giugno 2014.

Le scuole, dopo aver proceduto alla raccolta delle istanze, le trasmetteranno all’Ambito S10. In seguito, il Piano di Zona procederà alla formazione della graduatoria che sarà inviata alla Regione Campania.  Ogni utile informazione e la relativa modulistica potranno essere reperite sul Bollettino Ufficiale della Regione Campania (n. 39 del 9 giugno 2014) o presso le scuole di appartenenza.

assicurazioni assitur