Agropoli, tagliato il nastro del Mediterraneo Video Festival

Si svolgerà da 21 al 23 settembre ad Agropoli il Medietrraneo Film Festival che quest’anno ha come tema l’incontro, uno sguardo sul mondo, sulla spiritualità, sulle religioni e sulla necessità di ripensare al dialogo tra i popoli e le culture nell’universo senza regole della società globale. Una tre giorni di proiezioni con la competizione internazionale, incontri d’autore, mostre e itinerari che ha visto tra i film in concorso per la prima giornata Against the Current di Michèle Tyan (Libano), I am the River di Luigi Cutore e Riding for Jesus di Sabrina Varani.
Tra gli ospiti della prima giornata del festival Franco Arminio, poeta, scrittore e regista irpino, Andrea Manzi giornalista, saggista, coautore con don Aniello Manganiello, premio speciale Medfest 2012 del libro Gesù è più forte della camorra ( Rizzoli).
Nella sezione fuori concorso intitolata Finestre sul Mondo, il documentario Il Danzatore Sacro di Diego D’Innocenzo, Marco Leopardi, mentre “Il Mediterraneo come crocevia d’incontro tra oriente e occidente” sarà la meeting session a cura di Tommaso Ferri, sulla necessità di ripensare al dialogo tra oriente e occidente.
Premio Speciale Medfest sarà riservato ai “A Toys Orchestra”, il gruppo musicale originario di Agropoli che ha ottenuto in questi anni importanti riconoscimenti in Italia e all’estero e che è reduce dal successo dell’ultimo album “Midnight Revolution” da cui è tratto il brano inserito nel documentario “Terramatta”, diretto da Costanza Quatriglio presentato all’ultima Mostra del Cinema di Venezia.
Nell’ambito dello spazio esposizioni, inoltre, un’interessante mostra dal titolo “Guerra Vintage” di Tonino Mattu curata da Antonello Carboni potrà essere visitata tutti giorni fino al 26 di settembre.

Info: www.medvideofestival.net