Pollica: domani e dopodomani “Museo a porte aperte” a Pioppi, in mostra le ricerche dell’Oasi Blu WWF “La Punta”

BiodiversaMente. Domani prenderà il via BiodiversaMente 2011 “Museo a porte aperte”, il festival della ricerca scientifica per la biodiversità. Presso il Museo Vivo del Mare di Pioppi, frazione di Pollica, sarà possibile partecipare all’evento. La manifestazione è stata organizzata in collaborazione con l’Oasi Blu affiliata WWF “La Punta” e L’associazione Marenostrum. Nelle giornate di sabato e domenica sarà possibile visitare il museo e l’esposizione fotografica sulla biodiversità gratuitamente.

La ricerca. Per l’associazione Marenostrum è di fondamentale importanza la ricerca. All’interno del Palazzo Vinciprova, struttura che ospita il Museo Vivo del Mare, vi è un vero è proprio laboratorio di Biologia Marina presso il quale si studiano i fondali e le specie viventi delle coste del Cilento.
In particolare molte sono le attività di ricerche che vengono o che verranno effettuate presso l’Oasi Blu “La Punta”. Tra questi la caratterizzazione bionomica dell’ambiente marino antistante i fondali del tratto di mare “La Punta”. “Tale attività prevede – dichiara Luigi Valiante, direttore del Museo del Mare -, nell’ambito dell’individuazione di linee guida per una corretta gestione della fascia costiera, di fornire una caratterizzazione biologica dell’ambiente marino che miri a distinguere zone diverse sulla base del popolamento biologico presente (biocenosi). A ciò si aggiungerà l’attività di “whale watching” per l’avvistamento di delfini, stenelle, tursiopi, ecc., allo scopo di realizzare un database relativo alle specie di Cetacei presenti nelle acque del litorale cilentano”

Il censimento. Oltre a ciò saranno censite anche le specie protette. “La crescente antropizzazione ed i fenomeni di inquinamento – continua Valiante – ad essa collegati, da diversi decenni stanno compromettendo l’integrità e la salvaguardia degli ecosistemi marino-costieri. Per tale motivo si propone di attivare una serie di ricerche sul campo attraverso il censimento di alcune specie di pregio ed interesse ecologico-naturalistico, allo scopo di valutare lo stato attuale sulla presenza e sulla distribuzione lungo i fondali dell’area marino-costiera di Pollica”.
“Tra queste – conclude il direttore del Museo Vivo del Mare – la mappatura della prateria di Posidonia oceanica, il censimento e la mappatura della distribuzione di Pinna Nobilis, il Mollusco Bivalve che predilige vivere in particolare all’interno di praterie di Posidonia oceanica”.

 

Per info:
www.oasiblulapunta.it
info@oasiblulapunta.it 
www.facebook.com/oasiblulapunta