Madre e figlio muoiono sulla Cilentana, dirigente Provincia condannato

E’ stato condannato a 6 mesi di reclusione un dirigente della Provincia di Salerno che secondo l’accusa «non verificò le necessarie condizioni di sicurezza stradale, omettendo di controllare la presenza di adeguata barriera guard rail, cagionando per negligenza, imprudenza e imperizia la morte di due persone», madre e figlio, in un tragico incidente stradale avvenuto nel novembre del 2005 lungo la provinciale 430, meglio conosciuta con il nome di Cilentana. Angelo Cavaliere, responsabile dell’ufficio tecnico provinciale, in primo grado era stato assolto dal giudice del tribunale di Vallo della Lucania. Dopo 9 anni, però, arriva la sentenza. Anche se, Francesco Natale di 36 anni e la mamma Angelina Serra di 58, non torneranno più. Sono andati via quella tragica notte tra il 17 e il 18 novembre del 2005. L’incidente avvenne a Ceraso. L’automobile sulla quale viaggiavano andò a finire fuori strada in un tratto dove non c’era guard rail e la vettura volò giù nel viadotto. 

©Riproduzione riservata