• Home
  • Cronaca
  • Caso Poste, sospesa fino al 10 dicembre la chiusura dei 45 uffici cilentani (FOTO)

Caso Poste, sospesa fino al 10 dicembre la chiusura dei 45 uffici cilentani (FOTO)

di Luigi Martino

Sospesa fino al 10 dicembre la chiusura dei 45 uffici postali cilentani e valdianesi che doveva essere attuata da lunedì. E’ questa la decisione che è stata fatta pervenire da Poste Italiane ai sindaci che proprio ieri, giovedì 22 novembre,  avevano tenuto un consiglio intercomunale a Gioi per decidere come muoversi per contrastare il provvedimento di chiusura e che stamattina, alle 11.00, si dovevano vedere con il Prefetto di Salerno Gerarda Maria Pantalone. «La decisione di sospendere il provvedimento – ha fatto sapere il consigliere regionale Gianfranco Valiante che tanto si è speso per la causa – mi è stata comunicata stamattina dai vertici aziendali di Napoli. Per ora gli uffici postali restano aperti fino al 10 dicembre e questo è un passo in avanti significativo perché i cittadini possono andare come di consuetudine a pagare la pensione di dicembre e la tredicesima senza alcun cambiamento improvviso. Quando si lavora coesi – ha aggiunto Valiante – si riescono a raggiungere risultati significativi».

Nel frattempo è stato riconvocato l’incontro in Prefettura per il prossimo 30 novembre. In quell’occasione davanti al Prefetto si incontreranno i sindaci e i vertici di Poste Italiane per aprire un tavolo di concertazione. «La sospensiva del provvedimento è quello che avevamo richiesto come primo punto nel documento poiché la decisione di chiusura era stata calata dall’alto senza avvertirci. Ora inizia una nuova fase – ha affermato Andrea Salati sindaco di Gioi e promotore del Comitato di Vigilanza sulla questione – che ci deve vedere protagonisti per salvaguardare un bene essenziale per le nostre comunità già tanto penalizzate. Un dato emerge da questa vicenda – ha concluso – ed è quello che quando ci muoviamo insieme riusciamo a essere incisivi».

©

©Riproduzione riservata




A Cura di

Luigi Martino

Fagocito storie miste a facce intrise di granelli di vissuto. Non ho sangue, dentro scorre mare. Assumo pillole di tradizioni e m’incanto di fronte a occhi nuovi. Porto sul groppone il peso perenne di confezionare sempre cose belle. Litigo spesso con i pulsanti della mia Nikon e sono alla continua ricerca di «enciclopedie che camminano». Mentre corro dal mare alle colline del Cilento, sotto al braccio destro ho un Mac; sotto all’altro, invece, un quintale d’umiltà. A caccia di traguardi che si rinnovano in modo perpetuo, colleziono tramonti, ingurgito libri e immagazzino abbracci senza essere sfiorato. Giornalista per professione, video-fotoreporter per ossessione, racconto storie per necessità. Giornalista per professione. Fotografo per passione. Racconto storie per necessità.
Tutti gli articoli di Luigi Martino

© Giornale del Cilento - Gerenza

Iscrizione al Tribunale Vallo della Lucania n.580/2009 del 04.09.2019