• Home
  • Cultura
  • “Borsa Mediterranea del Turismo Archeologico”. Menzione d’Onore al Progetto

“Borsa Mediterranea del Turismo Archeologico”. Menzione d’Onore al Progetto

di Lucia Cariello

La Provincia di Salerno, nell’ambito della Conferenza Nazionale degli assessori alla Cultura e al Turismo – La città della cultura Valorizzazione, Partecipazione e Competitività – ha ricevuto ieri a Roma una menzione d’onore, unica nel sud, per il progetto “Borsa Mediterranea del Turismo Archeologico”.
 
A ricevere il premio, l’assessore provinciale Antonio Iannone delegato del presidente della Provincia di Salerno Edmondo Cirielli.

“Si tratta di un riconoscimento importante assegnato alla Provincia di Salerno- ha dichiarato Iannone- che ha candidato un progetto innovativo per la promozione turistica e culturale del territorio.

La provincia salernitana è, infatti, ricca di eccellenze archeologiche e storiche ed il lavoro dell’Amministrazione Cirielli privilegia proprio la valorizzazione del suo patrimonio culturale con iniziative e progetti di rilievo nazionale ed internazionale che mettono al centro programmi di sviluppo turistico ed economico per il territorio”.
 
La Provincia di Salerno è stata premiata nell’ambito della 6° Edizione del “Premio Cultura di Gestione”, bandita da Federculture, una iniziativa volta ad identificare, premiare e diffondere i progetti più innovativi nelle politiche culturali finalizzate allo sviluppo locale, attraverso interventi di valorizzazione del territorio, la promozione integrata dei beni culturali, la riorganizzazione dei servizi ai cittadini, le nuove forme di collaborazione pubblico/privato.

Il Premio è realizzato in collaborazione con il Ministero per i Beni e le Attività Culturali, la Conferenza delle Regioni, l’ANCI – Associazione Nazionale dei Comuni Italiani, l’UPI – Unione delle Province Italiane, Legautonomie, Legambiente, CTS – Centro Turistico Studentesco e giovanile.

Obiettivo del “Premio Cultura di Gestione” è far emergere e conoscere le numerose esperienze nell’offerta, valorizzazione e gestione del patrimonio e delle attività culturali sviluppate ad opera di Regioni, Province, Comuni, associazioni non profit e imprese, per disegnare una mappa dell’eccellenza e dell’innovazione nella cultura, che possa rappresentare la strada da percorrere per il futuro per affermare un nuovo modello di crescita sostenibile dei territori, mettendo la cultura al centro delle strategie di sviluppo ed esaltandone la capacità di incidere sul tessuto sociale ed economico del Paese.

Nell’edizione 2011 sono stati presentati oltre 100 progetti e sono stati consegnati 5 premi e 4 menzioni speciali.

©Riproduzione riservata



© Giornale del Cilento - Gerenza

Iscrizione al Tribunale Vallo della Lucania n.580/2009 del 04.09.2019