Cilento, fittizia intestazione di beni: imprenditore e 11 prestanome nei guai

Su disposizione della procura della Repubblica, la Guardia di Finanza di Salerno ha eseguito un decreto di sequestro preventivo di beni, emesso dal tribunale di Vallo della Lucania, nei confronti di un imprenditore di Agropoli. L’esecuzione della misura cautelare reale è giunta a conclusione di accertamenti delegati ai finanzieri del G.i.c.o. di Salerno nei confronti di G.A., 53 anni, imprenditore edile di Agropoli, e altre 11 persone sui prestanome.

Già in precedenza il giudice per le indagini preliminari di Vallo della Lucania aveva disposto il sequestro del patrimonio complessivo, perchè l’imprenditore, seppur gravato da una misura di prevenzione patrimoniale, aveva continuato a gestire il suo patrimonio attraverso fittizi e compiacenti intestatari di beni, per evitare ulteriori aggressioni patrimoniali.

Su richiesta della procura, il gip del tribunale di Vallo della Lucania, nel condividere le argomentazioni prospettate, ha disposto il sequestro di beni consistenti nel capitale sociale di una società di due fabbricati e nove terreni siti nel comune di Pollica, per un valore complessivo di 1 milione di euro, nella disponibilità dell’imprenditore agropolese e del coniuge.

©Riproduzione riservata