Si alza il sipario sul cineteatro di Agropoli, unica in Italia intitolata a Eduardo De Filippo (FOTO-VIDEO)

Si alza il sipario, il sogno diventa realtà. A distanza di trenta anni dalla chiusura dell’ultima sala cinematografica, Agropoli ha il suo nuovo cineteatro, un’opera moderna e all’avanguardia, voluta fortemente dall’amministrazione comunale guidata dal sindaco Franco Alfieri. Il taglio del nastro domenica 21 dicembre, con l’inaugurazione che arriva nel trentesimo anniversario della scomparsa di Eduardo De Filippo, al quale è intitolata la struttura, l’unica in Italia. Per lo storico appuntamento presenti oltre 2 mila persone. Nel corso della cerimonia, che ha previsto anche l’intervento della parlamentare agropolese Sabrina Capozzolo che ha portato i saluti del Ministro alla Cultura Dario Franceschini, sono stati proiettati due video, il primo con la presentazione della struttura e il secondo con i saluti di Luigi De Filippo e dell’attore Vincenzo Salemme. E’ stata anche data lettura di una lettera di felicitazioni inviata al sindaco Franco Alfieri e ai cittadini agropolesi da parte di Luca De Filippo. Standing ovation per il primo cittadino Franco Alfieri, principale artefice della realizzazione del nuovo teatro. L’attore Pierluigi Iorio ha concluso con un omaggio ad Eduardo De Filippo.

IL VIDEO 

«In una città il teatro è un diritto – ha detto Alfieri –  Per Agropoli  e per l’intero territorio è una giornata speciale, un appuntamento storico, un’emozione da portare dentro per sempre, un momento che segna un passo nuovo per la comunità. La città ha finalmente uno spazio dove poter promuovere la cultura, l’arte teatrale e condividere tempo di spensieratezza e confronto. E’ un luogo dove nasceranno e cresceranno emozioni».  L’amministrazione comunale di Agropoli, nell’ambito di un massiccio programma di riqualificazione e trasformazione urbana, ha posto negli ultimi anni grande attenzione alla cultura, quale leva di crescita sociale ed economica. Dopo l’acquisizione al patrimonio pubblico del Castello Angioino Aragonese, l’apertura del Palazzo Civico delle Arti, l’avvio della riqualificazione dell’antica Fornace di Campamento, puntuale viene raggiunto uno dei traguardi più attesi e prestigiosi: la consegna ai cittadini del teatro comunale.

«Il Teatro Eduardo De Filippo – spiega il sindaco Alfieri – è stato finanziato completamente con fondi comunali. Si tratta di un’opera epocale, attesa da decenni, attrezzata sia per il teatro che per il cinema, con una sala da 500 posti. E’ anche un’opera “Made in Salerno”, poiché ha visto l’impegno di aziende e professionalità tutte salernitane. Abbiamo voluto intitolarlo ad Eduardo De Filippo per omaggiare la figura dello straordinario artista partenopeo a trenta anni dalla sua scomparsa e come auspicio affinché possa divenire effettivamente un’eccellenza nel panorama teatrale del nostro Paese. L’investimento è  in controtendenza rispetto al resto d’Italia, dove invece i teatri vengono chiusi o destinati ad altro, emblema della nostra volontà di credere e puntare sulla cultura quale leva di crescita  sociale ed economica del territorio».