• Home
  • Cronaca
  • Caldoro: «Regioni vanno sciolte, al loro posto sei macroaree» (VIDEO)

Caldoro: «Regioni vanno sciolte, al loro posto sei macroaree» (VIDEO)

di Marianna Vallone

«Le regioni vanno sciolte. Non si può più aspettare. Se è vero che si deve avere coraggio, questo è il momento di averlo per partire dai grandi problemi del Paese». Ad annunciarlo sul suo sito internet è il presidente della Regione Campania, Stefano Caldoro. «Al loro posto – propone il governatore – bisogna dare vita a sei macroaree che abbiano solo compiti di programmazione e pianificazione senza alcuna funzione di gestione, senza cioè gestire denaro pubblico, come invece spetta a Comuni e Stato che hanno compiti di Amministrazione».

«La mia non è una provocazione – continua Caldoro – ma una proposta motivata e discussa anche tecnicamente. Finora però non ho avuto risposte, si gira attorno al problema, nonostante siano stati tanti a sostenere la mia proposta. Il punto è ridare alle Regioni o alle macroaree ciò che la Costituzione aveva all’inizio previsto per loro. La riforma delle Regioni con il loro scioglimento è un mio cavallo di battaglia da tempo, e penso di avere una certa credibilità essendo presidente di Regione».

«La materia concorrente – ha sottolineato caldoro – ha creato debito pubblico, incertezze, lungaggini, rallentamento per le imprese, per le famiglie e per le persone. Si è voluto partire dal malato meno grave e cioè le Province, ma è come se ci fosse un malato che deve andare in sala operatoria e si dà precedenza a chi ha problemi al menisco piuttosto che a chi ha un blocco intestinale. Certo il menisco dà fastidio, ma è più urgente l’altra patologia. E in questo caso la patologia più urgente è il rapporto Stato-Regioni».

«In merito al Governo – continua – dico che il ministero per la Coesione Territoriale, che manca nell’esecutivo Renzi, non può essere sostituito da un sottosegretario. Non è una buona risposta per il mezzogiorno. Non va bene né un ministro periferico né un sottosegretario che passa di là a caso. Questa è una cosa di cui deve occuparsi il presidente del Consiglio dei Ministri o il sottosegretario Delrio. Derubricare la questione della coesione territoriale – conclude Caldoro – é un errore perché è un tema da gestione di coordinamento centrale che deve essere curato da una persona che non si occupa d’altro».

GUARDA IL VIDEO

©

©Riproduzione riservata




A Cura di

Marianna Vallone

Giornalista per professione e comunicatrice per passione, sono alla continua ricerca di storie da raccontare e tramonti da immortalare. Nata sulla costa di Maratea ma morigeratese da sette generazioni. Vivo nel cuore verde del Cilento e sono felice. Faccio domande anche quando conosco le risposte, perché continuo a pensare che l’essere umano sia il viaggio più bello da fare.
Tutti gli articoli di Marianna Vallone

© Giornale del Cilento - Gerenza

Iscrizione al Tribunale Vallo della Lucania n.580/2009 del 04.09.2019