Gli ultranovantenni cilentani ad Expo: «Vi spieghiamo come si può vivere a lungo mangiando in modo sano»

Il sindaco di Pollica, Stefano Pisani, ha raccontato al giornale del Cilento l’esperienza vissuta a Milano con gli ultranovantenni cilentani. I 12 nonni cilentani, in rappresentanza dei 116 ultracentenari contati nel Cilento, da Laurino, Vallo della Lucania, Alto Cilento, Pioppi e Pollica sono stati ospiti al Padiglione Zero, accolti dal commissario unico di Expo, Giuseppe Sala. Da Salerno, in collaborazione con Trenitalia Frecciarossa, i veterani cilentani hanno viaggiato comodamente in prima classe e sono giunti a Milano dopo un viaggio di qualche ora, in cui non sono mancati racconti e fantastiche storie sulla loro vita.

Da dove è nata questa iniziativa?

«E’ stata un’iniziativa presa dal comune di Pollica, che si è tradotta nella possibilità, per i migliori ambasciatori del nostro territorio, di raccontare come prova vivente quella che è la qualità dello stile di vita mediterraneo e la capacità del Cilento, dell’alimentazione e della dieta mediterranea di assicurare una buona e lunga vita»

Giunti a Milano quali sono state le loro emozioni?

«Ad Expo sono stati molto felici, è stato veramente emozionante vedere il loro arrivo alla stazione di Milano. Incredibile la loro contentezza e meraviglia. Finalmente, dopo tanto tempo di lavoro, ci siamo meritati una vacanza. Un’esperienza straordinaria, per loro l’esposizione universale è stata qualcosa di inaspettato, di nuovo»

Qual è stato il messaggio trasmesso al mondo sui segreti per vivere 100 anni?

«Loro ci hanno donato uno straordinario regalo, perché ancora oggi tutti parlano del Cilento e della loro visita ad Expo. Ma, soprattutto, sono stati capaci di consegnare a tutta l’umanità un messaggio di vitale importanza. Ovvero che la dieta mediterranea e uno stile di vita tipico degli abitanti cilentani di un tempo, può rappresentare per il futuro un ottimo metodo per una vita sana e lunga, ma anche un’opportunità di sviluppo per i nostri territori. I 12 ultranovantenni erano in rappresentanza di 116 ultracentenari che vivono nel Cilento. Dietro tutto c’è stato infatti un lavoro di ricerca ed analisi che come risultato ha dato proprio, fino ad adesso, il dato di ben 116 centenari»

Precisamente cosa hanno dichiarato?

«I nonnetti hanno rilasciato interviste, hanno raccontato storie hanno incontrato il presidente De Luca, il commissario Sala e anche Oscar Farinetti. Loro hanno raccontato semplicemente quello che fanno tutti i giorni, dandoci l’esempio che noi giovani, noi nuove generazioni, abbiamo completamente dimenticato quell’andamento di vita una volta. Ognuno di loro, ad esempio, ha un proprio orto, una propria campagna, e da quel terreno, ovviamente biologico, ricava la frutta, la verdura e gli ortaggi che metterà in tavola. E nonostante l’età, 95-96 anni, le forze di certo non mancano per lavorarlo con estrema cura. Importante è anche il fatto che loro si muovono particolarmente a piedi, che respirano aria pulita. Noi queste cose non le facciamo più».

©Riproduzione riservata