Capaccio: il consiglio comunale cambia sede

Dalla prossima seduta e fino alla individuazione di un nuova e prestigiosa  sede di proprietà comunale a Capaccio capoluogo, i consigli comunali si svolgeranno nella Sala dei Convegni del Museo “Paestum nei Percorsi del Grand Tour”, all’interno del Convento di Sant’Antonio .

Questa possibilità si è determinata grazie alla disponibilità manifestata dalla Fondazione Giambattista  Vico e dai responsabili dell’Ordine Francescano, a titolo completamente gratuito.  Il luogo, restituito alla fruibilità di cittadini e turisti dalla ristrutturazione e dal restauro eseguito dalla Fondazione Giambattista Vico nel 2003, è sito di interesse regionale che l’amministrazione comunale intende valorizzare al meglio anche come simbolo civico oltre che culturale, patrimonio di tutti i cittadini di Capaccio come ogni museo sul territorio. La sede del consiglio comunale resterà quindi a Capaccio capoluogo, e solo in occasioni e circostanze particolari l’assise si terrà nelle borgate del comune.

L’amministrazione comunale ha chiesto, inoltre, all’Ordine Francescano di valorizzare a pieno lo storico complesso monumentale facendosi onere di riqualificare il suo giardino e gli spazi destinati ad attività ludico sportive  a beneficio di Capaccio e dei sui residenti.

L’ex aula consiliare (uno stanzone adattato) che veniva utilizzato anche per il rapporto con le utenze invece ospiterà nuovi uffici. A seguito della riorganizzazione della macchina amministrativa, infatti, è sorta l’esigenza di nuovi spazi per suddividere meglio i diversi uffici, per dare spazi di lavoro dignitosi ai dipendenti, ma soprattutto per venire incontro alle esigenze dell’utenza della nuova Area Edilizia per il Cittadino che verrà accolta in uffici dignitosi e meglio organizzati sul piano logistico.

«Alle troppe illazioni e imprecisioni rispondiamo con i fatti. Le riunioni del Consiglio, fino a nuova determinazione (è intenzione infatti dell’amministrazione individuare locali di valore e dignitosi), si terranno in un  luogo prestigioso per  la sua importanza storica e culturale che anzi vogliamo valorizzare e riqualificare – spiega il sindaco Italo Voza –, mentre il municipio di Capaccio capoluogo continuerà ad essere il cuore dell’attività amministrativa. Infatti, dall’ex aula consiliare ricaveremo nuovi uffici, sopperendo così alla carenza di spazi di lavoro divenuta ancora più evidente con la nuova suddivisione degli uffici, pensata per erogare migliori e più efficienti servizi ai cittadini di Capaccio».