Enza Botti, una cilentana che sogna Miss Italia: «Il segreto? Mangio e non mi sento in colpa»

Mancano ormai poche ore per votare Enza Botti, 20enne di Vallo della Lucania, e spingerla fino alle finalissimi di Miss Italia 2015. Molti all’interno della comunità cilentana si sono prodigati affinché la giovane vallese potesse coronare il suo sogno. Il giornale del Cilento ha incontrato Enza, che potrebbe essere l’unica nella provincia di Salerno a partecipare al prestigioso concorso. Per sostenere Enza Botti basta andare sul sito di Miss Italian curvy e votare la ragazza numero 008.

Dalla provincia italiana a Miss Italia, come è nata e come si è sviluppata questa avventura che per molte si può definire sogno?

È nata nel 2001 dopo aver seguito, pur essendo molto piccola, la vittoria della mia conterranea Daniela Ferolla e con il passare degli anni è cresciuto sempre di più il desiderio di voler partecipare a questo conscorso volendo riportare il titolo in Campania. Ma comunque è accaduto tutto per caso all’improvviso Il 24 luglio sono partita per Roma dove sono avvenuti i casting per Miss Italia Curvy 2015 e tra le 200 ragazze presenti sono rientrata nelle prime 11.

Ricordi quale fu la reazione dei tuoi familiari ed amici quando gli hai annunciato “vado a Miss Italia”?

A dir la verità prima di partire non avevo cominucato a nessuno cosa stessi andando a fare dissi che dovevo andare a Roma per un provino. Successivamente dopo che mi è stato comunicato di essere rientrata nelle prime 11 ho chiamato i miei genitori le mie sorelle. Tutti ne sono rimasti contenti ed euforici. Lo è stato un po’ meno per il mio ragazzo che inizialmente era un po’ turbato ma subito dopo è rimasto al mio fianco volendomi sonstenere per tutto il percorso.

In un periodo in cui la società e la moda propongono canoni di bellezza sempre più estremi cosa vuol dire esse “curvy” per te?

Per me essere Curvy significa poter mangiare un piatto di pasta senza poi sentirsi in colpa, guardare le modelle e sorridere, avere le forme giuste al punto giusto, ossia ne troppe ne poche. Perché infondo la vera donna è formosa. Potendo fare riferimento ad una pin up degli anni 60, come esempio abbiamo la bellissima Sofia Loren ma anche Marilin Monroe.

Hai qualche messaggio da lanciare a tutte quelle ragazze che pensano che per essere belle bisogna essere “pelle ed ossa”?

Purtroppo al giorno d’oggi la bellezza è diventata sinonimo di magrezza. Ma ragazze la vera bellezza si trova dentro di noi, si ha quando si sta bene con se stessi, viva le Curvy e portiamo finalmente l’asticella della bellezza tipo fino alla 44/46

Il tuo più grande sogno dopo Miss Italia?

Comunque vada quest’esperienza mi piacerebbe continuare questa strada intrapresa nel modo della moda ed entrare anche nel mondo del cinema che mi ha sempre affascinata sin da piccola, attualmente sono una ballerina di danza classica moderna ed anche di flamenco, passione che mi porto dentro da sempre.

©Riproduzione riservata