• Home
  • Cronaca
  • Sala Consilina, sequestrati beni per 400mila euro: due imprenditori denunciati

Sala Consilina, sequestrati beni per 400mila euro: due imprenditori denunciati

di Marianna Vallone

Un immobile a Salerno, conti correnti e titoli per un valore complessivo di 400 mila euro sono stati sequestrati dalle fiamme gialle della tenenza di Sala Consilina in esecuzione al decreto emesso dal Gip del tribunale di Lagonegro nei confronti di due imprenditori residenti nel salernitano, già indagati a piede libero per frode fiscale dalla Procura della Repubblica di Sala Consilina.

Gli accertamenti, condotti dal gennaio 2013 anche con l’utilizzo delle indagini finanziarie nei confronti di una società di capitali, operante nella commercializzazione di prodotti informatici, musica e supporti audiovisivi già con sede in Padula, hanno evidenziato che l’impresa aveva totalmente occultato al Fisco il proprio volume d’affari conseguito per l’anno 2010, nonostante per le annualità pregresse avesse comunque dichiarato una elevata redditività. I due imprenditori, che si erano avvicendati nell’amministrazione, hanno sottratto complessivamente all’Erario ricavi per oltre 21 milioni di euro, omettendo inoltre di versare un’imposta sul valore aggiunto per 3 milioni di euro e un milione di imposta regionale sulle attività produttive.

Le indagini hanno, anche, consentito di rilevare, spiegano gli inquirenti, che il meccanismo, predisposto ad hoc dagli indagati, come tentativo per sottrarsi all’imposizione e per ostacolare l’azione ispettiva, si era concluso con il trasferimento della sede legale dell’azienda a San Giuseppe Vesuviano nell’ottobre del 2013, cessando contestualmente ogni operatività. L’operazione delle fiamme gialle s’inquadra nell’ambito dell’intensa azione avviata sul territorio dai Reparti del Corpo per contrastare il fenomeno dell’evasione fiscale.

©

©Riproduzione riservata




A Cura di

Marianna Vallone

Giornalista per professione e comunicatrice per passione, sono alla continua ricerca di storie da raccontare e tramonti da immortalare. Nata sulla costa di Maratea ma morigeratese da sette generazioni. Vivo nel cuore verde del Cilento e sono felice. Faccio domande anche quando conosco le risposte, perché continuo a pensare che l’essere umano sia il viaggio più bello da fare.
Tutti gli articoli di Marianna Vallone

© Giornale del Cilento - Gerenza

Iscrizione al Tribunale Vallo della Lucania n.580/2009 del 04.09.2019