Sogno (di una quattordicenne) di mezza estate, il primo libro della cilentana Alice Pugliese

Infante viaggi
«È un racconto a metà tra la fantasia e la realtà». Alice Pugliese, giovane scrittrice di Vallo della Lucania, mette nero su bianco la propria esperienza. Nasce così “Sogno (di una quattordicenne) di mezza estate” edito dalla casa editrice Aldo Primerano di Roma. A presentarlo in anteprima a Vallo della Lucania, sarà la stessa autrice per la quale, forse, si realizza un primo sogno. Tra i tanti temi trattati nel libro, quelli legati alle problematiche adolescenziali. Alice tocca l’amore e l’amicizia in un linguaggio semplice. Descrive, senza banalità, sentimenti e controversie di quell’età, importante per la crescita di ogni individuo. Racconta l’animo delle sue amiche con meticolosità, disegnando quelle caratteristiche che ogni adolescente può rivedere in se stesso. I momenti d’incontro tra occhi innocenti, emozionati dalle prime cotte. Dice bene Alice: «Non sempre le cose vanno come noi vorremmo». Ma la sua voglia più grande è quella di comunicare che «non bisogna mai maltrattare quella parte di noi che crede nei sogni». Il libro sarà presentato al pubblico sabato 29 giugno a Vallo della Lucania, al convento dei Domenicani.

©Riproduzione riservata