Il merito abita a Stio, premiati gli alunni con i premi Strega e Bancarella

Un messaggio positivo per i giovani e la necessità di impegnarsi per il proprio futuro in due tappe importanti non solo per il Cilento. Con Il merito abita a Stio inizia un percorso nuovo da un piccolo comune del Cilento. Ne è convinto il promotore, l’assessore alla Cultura Massimo Trotta e il sindaco Natalino Barbato. Hanno premiato con attestati e libri, del premio Strega o del Bancarella, tutti gli alunni delle scuole, dalle elementari all’università, per testimoniare in piazza, con un paese in festa, come sia bello studiare e credere nel proprio lavoro. Assieme a loro i rappresentanti delle scuole dei ragazzi e al professor Carlo Montinaro, preside della Scuola Medica salernitana, a Canio Noce professore dell’università di Salerno e Alessandro Pasca, università degli studi di Salerno, i genitori e i compagni di sempre per un evento unico nel salernitano. Giuseppe Ciullo, già campione italiano di organetto, ha suonato con passione e grande tecnica, testimoniando che anche la cultura puo’ essere vissuta come un momento di festa.

Gli impegni dell’amministrazione del comune cilentano continuano a Gorga di Stio il 29 e 30 agosto nel XIII convegno nazionale: Ambiente, Alimentazione e Salute con attenzione alle Obesità, Malattie Cardiovascolari e Tumori in provincia di Salerno. Dai dati epidemiologici alle strategie di prevenzione nella terra della dieta Mediterranea. Un percorso importante, avviato con il presidente dell’ordine B. Ravera assieme ai medici di tutta la Campania per studiare l’alimentazione dei ragazzi, e dunque l’obesita’ infantile in provincia di Salerno e lo stile di vita mediterraneo nel Cilento di oggi. Un appuntamento per approfondire come vivere e mangiare meglio in una terra generosa e ricca di prodotti genuini, dai fagioli, ai fichi alle castagne, come questa.