Maxi sequestro di tonno a Camerota: due denunciati

Infante viaggi

Continuano gli appostamenti e i fermi da parte della guardia costiera di Marina di Camerota agli ordini del capitano Amleto Tarani e del maresciallo Gerardo Ruocco. Nel week end i marinai hanno portato a termine un vero e proprio blitz contro i pescatori di frodo. Sotto la direzione dell’ufficio circondariale marittimo di Palinuro comandato da Saverio Coco, la capitaneria ha fermato due persone che stavano rientrando a casa dopo una battuta di pesca. Dopo una rapida perquisizione, i due diportisti sono stati trovati in possesso di 125 esemplari di tonno rosso sottomisura. Un quintale e mezzo di pesce pescato in maniera illecita e non rispettando la normativa vigente in materia. I tonnetti sono stati sequestrati e devoluti successivamente in beneficenza, mentre i due pescatori sono stati denunciati alla procura del tribunale di Vallo della Lucania.

Dagli uffici della capitaneria di Palinuro fanno sapere che i controlli continueranno per contrastare gli episodi che hanno a che fare con lo sfruttamento illegale delle risorse ittiche. «Queste tipologie di pesca – si legge nel comunicato stampa inviato dalla guardia costiera – arrecano gravi danni alla specie in questione (tonno rosso)».

  • Vea ricambi Bellizzi

©Riproduzione riservata

  • Lido La Torre Palinuro
  • Lido Urlamare Palinuro
  • Vea ricambi Bellizzi
  • assicurazioni assitur