Dal Cilento a Milano, la voce di Rafilo Flower fa il giro dello Stivale

Infante viaggi

Rafilo Flower, all’anagrafe Raffaele Fiore, è la voce della notte di tanti locali del Cilento e d’Italia. Vive a Lentiscosa, piccola frazione del comune di Camerota, e proprio tra la perla del Cilento e Palinuro ha cominciato a muovere i primi passi. «La musica è l’arma per sconfiggere tanti problemi e sorridere sempre», dice. E lui è la dimostrazione vivente. La sua passione per la musica e per il mic nasce presto. Il voice è diventato per lui un mestiere e lui, di conseguenza, è diventato motivo di vanto per tutti i suoi amici. In pratica, per farla semplice, il suo compito è quello di animare le serate in discoteca. Lui è la voce del Cilento, ma ultimamente si è spinto anche oltre. I locali più in voga di Milano lo hanno chiamato e lui ha risposto prontamente sfoggiando prestazioni che lo hanno fatto conoscere ben presto anche fuori Regione. 

Essere dj alle volte è l’aspirazione più ambita. Come si fa, invece, a scegliere il mic?

Si sceglie il microfono perché ti senti più vicino alla gente, perché vuoi che la tua voce sia ricordata nella testa delle persone. Persone che uscendo dal locale dicano “che bomba il voice”

Tutto nasce per gioco, immagino, ma quando la cosa si fa seria?

Quando la cosa si fa seria, l’ignoranza inizia a giocare! In questo lavoro non ci si deve prendere troppo sul serio ,però non si deve correre il rischio di scadere nella banalità, perché devi combinare simpatia e serietà, devi coinvolgere ma non annoiare. Il voice se si diverte, fa divertire!

Dove hai cominciato? C’è qualcuno a cui devi dire grazie?

Ho iniziato all’età di 13 anni per gioco, in uno dei lidi più affermati del Cilento il «Djembè club» di Marina di Camerota e da quella notte non ho più smesso. Posso ringraziare tutte le persone che ho conosciuto nella mia via vita, poiché ogni relazione ti lascia qualcosa dentro, un’impronta, una forma, un contenuto. I rapporti che viviamo, che consumiamo, in ogni rapporto dobbiamo guardare dentro noi stessi, dare il massimo per ricevere il massimo e vale anche per quei rapporti che finiscono, perché tutte le persone che incontriamo nella nostra vita le incontriamo per un perché e senza di essi non sarei quello che sono oggi, a livello umano e questo si riflette anche a livello lavorativo.

Discoteche, dj, serate: dicci un po’ i tuoi numeri e a quali locali sei più affezionato?

Ho lavorato in molti club del Cilento e non tra cui il Millionaire di Palinuro, il Luigirè di Sapri e altri ancora. I numeri sono particolari: mille persone ad aprile 2015 all’Hollywood di Milano, 900 persone al Lime Light sempre a Milano e 400 persone in una sala privata. I locali che mi hanno particolarmente colpito e sono rimasti nel mio cuore sono Il Millionaire di Palinuro e l’Hollywood . Ho lavorato al fianco di Jessie Diamond, Luca Martinelli e Kekka Djane.

  • Assicurazioni Assitur

Come hai fatto ad arrivare a Milano?

Ho incontrato persone che hanno creduto nella mia voce, hanno creduto in me che mi hanno dato la possibilità di lavorare a Milano e mi hanno regalato una bellissima emozione oltre che un’esperienza indimenticabile.

Ogni voice ha un suo motto. Il tuo quale è?

In ogni mia serata ricordo sempre la stessa cosa: «Se guidate non bevete, ma se non guidate fate quello che volete. BEVO MA NON GUIDO».

Il tuo prossimo evento?

Il mio prossimo evento sarà il 13 febbraio ovvero la notte di San Valentino al Millionaire di Palinuro.

©Riproduzione riservata

Pagina Facebook: Rafilo Flower Voice

Assicurazioni Assitur