• Home
  • Cultura
  • Acquavena, al via corso di lettori volontari ‘Nati per leggere’: ecco come partecipare

Acquavena, al via corso di lettori volontari ‘Nati per leggere’: ecco come partecipare

di Marianna Vallone

Leggere un libro ad alta voce al proprio bambino, fin dai suoi primi mesi di vita, ha diversi vantaggi: crea l’abitudine all’ascolto, stimola le abilità cognitive, aumenta i tempi di attenzione, accresce il desiderio di imparare a leggere, calma, rassicura e consola. Per questo motivo nel 1999 è nato, dall’alleanza tra pediatri e bibliotecari, ‘Nati per leggere’. Ad Acquavena nei prossimi giorni partirà un corso di formazione per lettori volontari, promosso dall’associazione Effetto Donna, e inserito nel progetto Nati per Leggere, per conoscere le tecniche, le modalità, per scoprire come modulare la voce e quali testi sono più indicati. Il corso si svolgerà ad Acquavena di Roccagloriosa in due date, sabato 1 e domenica 2 febbraio, nella sala del ristorante U Trappitu in via del mare.

Il corso Il primo giorno, sabato, dalle 14 alle 18:30, Tiziana Cristiani, segreteria nazionale e referente regionale NpL Campania, spiegherà il progetto Nati per Leggere, le sue finalità, i principi portanti e le modalità operative. Seguirà poi Luca Astarita, pediatra, che approfondirà ‘Lo sviluppo psicomotorio, cognitivo e relazionale del bambino da 0 a 6 anni’ e ‘I benefici della lettura in famiglia e nella comunità’. Infine, interverrà Imma Napodano, lettrice e formatrice Nati per Leggere che spiegherà invece qual è la produzione editoriale e quali i criteri di selezione dei libri per la prima infanzia. Domenica, dalle 9:30 alle 15, poi, il corso proseguirà con laboratori e modalità di lettura. Per conoscere i dettagli e per informazioni contattare Teresa Del Gaudio, tel. 3475175063, e-mail: teresadelgaudio@gmail.com / PROGRAMMA DEL CORSO

Nati per leggere è il progetto nazionale di promozione della lettura a voce alta in età precoce, promosso dal 1999 a livello nazionale dall’alleanza tra pediatri e bibliotecari (associazione culturale Pediatri Acp, Centro per la salute del bambino onlus Csb e associazione italiana biblioteche Aib). E’ un progetto di comunità attivo su tutto il territorio nazionale con circa 400 progetti locali che coinvolgono 1200 comuni italiani. In Campania, grazie al Coordinamento Regionale, è presente nelle cinque province attraverso la rete dei volontari e gli organismi che, in linea con la propria mission, promuovono il progetto in famiglia e ne integrano le azioni all’interno delle proprie specifiche attività.  NEI DETTAGLI NPL

©

 



©Riproduzione riservata




A Cura di

Marianna Vallone

Giornalista per professione e comunicatrice per passione, sono alla continua ricerca di storie da raccontare e tramonti da immortalare. Nata sulla costa di Maratea ma morigeratese da sette generazioni. Vivo nel cuore verde del Cilento e sono felice. Faccio domande anche quando conosco le risposte, perché continuo a pensare che l’essere umano sia il viaggio più bello da fare.
Tutti gli articoli di Marianna Vallone

© Giornale del Cilento - Gerenza

Iscrizione al Tribunale Vallo della Lucania n.580/2009 del 04.09.2019