Premio Leucosia 2014: premiati 4 artisti cilentani

Sabato 6 settembre in piazza Lucia a Santa Maria di Castellabate si aprirà il sipario sul Premio Leucosia, quest’anno giunto alla ventitreesima edizione. Quest’anno l’ambito riconoscimento sarà consegnato a quattro artisti cilentani: i Capobbanna, band cilentana, vincitrice del premio Cet Mogol e del Premio Discografia CNI Music al Tour Music Festival. Tra gli artisti saranno premiati anche Alfina Scorza, promessa della musica cilentana, che ha partecipato alle finali del festival della World Music  “A. Parodi” con una canzone di Aniello De Vita, e poi all’attore e fondatore del teatro Prati di Roma, Fabio Gravina, considerato tra le colonne portanti del teatro napoletano, e, per il teatro amatoriale,  all’attore agropolese Umberto Anaclerico. Un altro riconoscimento sarà consegnato all’Orchestra da Camera del Cilento e Vallo di Diano, che riunisce 136 musicisti del territorio. All’evento del 6 settembre sarà presente il suo fondatore, il maestro Manfredo D’Alessandro e con alcuni componenti dell’orchestra. Il premio, inoltre, verrà anche assegnato a un neurochirurgo cilentano, Pantaleo Romanelli, tra i maggiori esperti nell’utilizzo delle terapie più innovative nel campo della radiochirurgia. La manifestazione è nata nel 1986 da un’idea del presidente dell’associazione Leucosia Giovanni Farace, scomparso da pochi anni, e dedicata alla Sirena ”Leucosia”, che qui il mito vuole sepolta sull’omonimo isolotto. Il Premio, ogni anno, viene consegnato, in una serata di gala all’aperto, in una  serata di musica e spettacolo a quanti, Cilentani e non, si sono prodigati, a far conoscere il Cilento oltre i suoi confini naturali.

©Riproduzione riservata