Al giornalista cilentano Vincenzo Rubano il premio ‘Personalità Europea 2015’

Vincenzo Rubano «Personalità europea dell’anno». Il prestigioso riconoscimento è stato consegnato il 9 dicembre al giornalista cilentano in Campidoglio, nella Sala della Protomoteca, in occasione della 45esima edizione della Giornata Europea alla presenza di autorità politiche, esponenti della stampa e della cultura internazionale. Un riconoscimento che vuole essere «un attestato di stima per la costanza e i risultati ottenuti da Vincenzo Rubano legati alla sua l’attività di giornalista raggiungendo in quest’ultimo periodo particolare apprezzamento anche da parte dell’opinione pubblica e dei media». «Lo dedico alla mia famiglia e alla mia terra: il Cilento. – ha commentato il giornalista – Uno stimolo in più per fare meglio».

Molti i presenti in sala e tra questi un lungo elenco di premiati nell’arte, spettacolo, cultura, medicina, giornalismo, del lavoro, dello sport. Riconoscimenti anche alle forze dell’ordine e premi alla carriera. A Rubano, 30enne di Marina di Camerota, il premio per la sezione Cultura. Scrive da anni per i quotidiani La Città di Salerno e La Repubblica e da giornalista embedded ha partecipato a missioni militari in Kosovo, Libano e Afghanistan. Dal 2012 collabora con Striscia La Notizia e lo scorso aprile ha pubblicato il suo primo libro Soldati di Pace. Il premio in Campidoglio non è il primo: nel 2012 ha ricevuto il premio “Napoli Cultural Classic 2012” come miglior giornalista professionista giovane, nel 2013 il premio “Giuseppe Rocco Favale” per informazione e attualità, nel 2014 il premio “Giuseppe Ripa” per l’impegno giornalistico a favore della giustizia e della pace e nel 2015 è stato insignito della Benemerenza Argento del Santo Sepolcro per l’attività svolta a favore della pace. 

©Riproduzione riservata