• Home
  • Cultura
  • Porte aperte nei monumenti restaurati del Cilento e Vallo di Diano

Porte aperte nei monumenti restaurati del Cilento e Vallo di Diano

di Giuseppe Galato

Nel Cilento abbiamo un patrimonio culturale ed archeologico che molte volte viene ignorato dagli stessi cilentani.

Trascurando i più famosi insediamenti di età ellenistica e romana di Elea-Velia e Paestum passando per la lucana Roccagloriosa fino ai borghi medioevali come San Severino Di Centola fino a Roscigno Vecchia (e l’elenco sarebbe ancora lungo), il Cilento offre anche una folta schiera di insediamenti bizantini.

Il 25 e il 26 si celebrano le Giornate Europee del Patrimonio: un’occasione per visitare gratuitamente gli insediamenti bizantini restaurati di recente tra cui Santa Maria della Sperlonga a Palomonte, San Filadelfo a Pattano, San Giovanni Battista a San Giovanni a Piro e il Cenobio Basiliano di San Mauro la Bruca.

Inoltre presso la Badia di Pattano saranno proiettati anche i lavori realizzati delle scuole che hanno aderito al progetto Insediamenti Monastici E Conventuali Nelle Province Di Salerno E Avellino.

La prenotazione per le visite è obbligatoria (tel. 0974 4349 – 328 8058951).

©Riproduzione riservata



© Giornale del Cilento - Gerenza

Iscrizione al Tribunale Vallo della Lucania n.580/2009 del 04.09.2019