• Home
  • Cultura
  • Conferimento cittadinanza onoraria a Francesco Salvi

Conferimento cittadinanza onoraria a Francesco Salvi

di Rosalia Tancredi

Alle 18.30 si dà inizio al Consiglio Comunale, Francesco Salvi entra in aula e inizia ad urlare: Aaaaaaaascea! Aaaaaaaascea!
La platea scatena un fragoroso applauso e per più di due ore è a bocca aperta, ammaliata dalle battute, dalle risposte sempre pronte, dall’allegria portata in scena da un attore affermato oltreché ormai più che famoso comico, visibilmente contento di essere diventato il padrino di Ascea.
In aula tutti i ragazzi protagonisti negli studi televisivi e tutti coloro che dal paese hanno realizzato striscioni, ideato coreografie e scenografie, giocato e televotato.
Salvi non dimentica nessuno. Ripercorre le tappe fondamentali delle diverse puntate, saluta affettuosamente i ragazzi ricordando di ognuno le caratteristiche principali, più volte menziona il grande feeling creatosi con la squadra asceota.
Diversi gli interventi, quando Salvi lo consente naturalmente…infatti, proprio come per mesi si è mostrato irrefrenabile in tv, così stasera si è svelato al pubblico cilentano.
Ha preso, prima la parola il sindaco, Mario Rizzo, seguito dal consigliere comunale di minoranza Marco Sansone, dall’assessore Alessandro D’Angiolillo, al quale Salvi e ancora Marco e Mariarosaria, alcuni dei componenti della squadra.
Senza mai far svanire l’aria di festa, si è anche riflettuto sull’importanza della partecipazione ad una trasmissione televisiva per un piccolo paese.
Si è riflettuto sull’importanza del coinvolgimento non soltanto della popolazione tutta, ma dell’intero territorio cilentano, vero vincitore del programma, sempre pronto ad offrire di puntata in puntata nuovi prodotti da degustare, bellezze da ammirare, tradizioni da rivalorizzare.
E’ intervenuto anche l’assessore provinciale ai lavori pubblici Marcello Feola, che senza esitare ha ricordato che Ascea è il vero cuore culturale del Cilento, patria di Parmenide e Zenone, fulcro di un territorio ricco di archeologia, arte e storia.
Per concludere un breve filmato, con alcune delle scene indimenticabili impresse durante i tanti mesi trascorsi in tv e relative ad alcune delle tappe lavorative più importanti di Salvi.
Con l’augurio che l’esperienza non sia un punto d’arrivo, ma soltanto una soft partenza, ci si avvia verso Ascea Marina per trascorrere ancora qualche ora in compagnia del simpaticissimo neoconcittadino, mangiando un panino e bevendo un buon bicchiere di vino.

©Riproduzione riservata



© Giornale del Cilento - Gerenza

Iscrizione al Tribunale Vallo della Lucania n.580/2009 del 04.09.2019