Auto invade corsia opposta e rischia incidente contro scooter, l’appello: «Ho visto la morte in faccia»

«Ho visto la morte in faccia, non mi sono mai spaventata tanto. Sono viva per miracolo e per questo ho deciso di lanciare un messaggio». Rita Di Pinto, giovane lettrice del Giornale del Cilento, racconta la disavventura che gli è capitata ieri a Palinuro. «Mi trovavo sulla strada del King’s Hotel a Palinuro a bordo del mio scooter 125 Yamaha, andavo a velocità regolare e, continuando a prestare la massima attenzione alla strada, guardavo il panorama che quelle curve offrono. Insomma, passeggiavo sola, e non avevo nessuna macchina dietro».

La dinamica Poi il racconto entra nel vivo: «Ero tranquilla finché una Fiat punto grigia in una delle tante, e non troppo pericolose curve, invade la mia corsia a velocità sostenuta, costringendomi a frenare di colpo a meno di un metro frontale dalla vettura. Io presa dal panico accosto mentre l’indisturbato uomo sulla quarantina alla guida della vettura riparte senza interessarsi minimamente dell’accaduto». Pina racconta che, a parte un colpo con il ginocchio contro la parte anteriore dello scooter, per la brusca frenata, sta bene, ma si chiede: «Se non avessi frenato in tempo, se non avessi avuto i riflessi pronti, cosa sarebbe successo? Se solo fossi stata distratta dove sarei ora?».

L’appello «Vi chiedo aiuto perché voglio che le persone smettano di sentirsi padroni della strada, affinché rispettino le regole o affinché imparino a guidare come si deve, senza causare pericolo. – è il suo appello – Vi chiedo aiuto perché voglio che i giovani come me stiano sempre attenti alla guida, perché se non lo fossi stata io oggi, magari non starei qui a raccontarvi la mia esperienza da niente, che però – ha concluso – mi ha aperto gli occhi e mi rende in grado di dare consiglio». 

©Riproduzione riservata