• Home
  • Attualità
  • Bomba Battipaglia, sale mensa e giochi per bimbi: 1.100 uomini impegnati

Bomba Battipaglia, sale mensa e giochi per bimbi: 1.100 uomini impegnati

di Luigi Martino

Ci sono anche due sale relax, due sale mensa e due sale per lo svago nel centro di accoglienza di via Jemma allestito per il disinnesco dell’ordigno bellico a Battipaglia. La protezione civile regionale, d’intesa con il Comune e con la Regione ha predisposto un programma di attività per ogni età. Dopo la fase destinata alla registrazione e all’accoglienza è stato organizzato il risveglio muscolare. A partire dalle 8.30, poi, giochi suddivisi per fasce d’età. Alle 10 la Santa Messa, mentre prima di pranzo ci saranno dei corsi a cura della Croce RossaItaliana. Nel pomeriggio, a partire dalle 15, è prevista la proiezione di un film, poi tornei di carte e quiz per ragazzi, caccia al tesoro e, infine, la cena che precederà il rientro nelle abitazioni. Nel frattempo prosegue il piano di evacuazione delle 36.177 persone che stanno lasciando la propria abitazione per consentire il disinnesco di un ordigno bellico. Le operazioni, stando a quanto si apprende, dovrebbero iniziare intorno alle 11.

Le forze in campo
Millecento uomini, invece, tra forze dell’ordine e volontari, sono impegnati per il disinnesco. Circa 100 uomini (29 squadre) della protezione civile della Regione Campania, stanno invitando la popolazione a lasciare le abitazioni, mentre altri 400 volontari sono impegnati a monitorare i varchi e ad assistere la cittadinanza presso i centri di accoglienza. Un importante spiegamento di forze di polizia sta monitorando le attività: 320 uomini della Polizia di Stato, 130 carabinieri, 80 unità della Guardia di Finanza e circa 70 uomini delle Polizie Municipali e della Polizia Provinciale. Al momento – fa sapere la Prefettura di Salerno – non si registrano problemi di viabilità. 

©Riproduzione riservata




A Cura di

Luigi Martino

Fagocito storie miste a facce intrise di granelli di vissuto. Non ho sangue, dentro scorre mare. Assumo pillole di tradizioni e m’incanto di fronte a occhi nuovi. Porto sul groppone il peso perenne di confezionare sempre cose belle. Litigo spesso con i pulsanti della mia Nikon e sono alla continua ricerca di «enciclopedie che camminano». Mentre corro dal mare alle colline del Cilento, sotto al braccio destro ho un Mac; sotto all’altro, invece, un quintale d’umiltà. A caccia di traguardi che si rinnovano in modo perpetuo, colleziono tramonti, ingurgito libri e immagazzino abbracci senza essere sfiorato. Giornalista per professione, video-fotoreporter per ossessione, racconto storie per necessità. Giornalista per professione. Fotografo per passione. Racconto storie per necessità.
Tutti gli articoli di Luigi Martino

© Giornale del Cilento - Gerenza

Iscrizione al Tribunale Vallo della Lucania n.580/2009 del 04.09.2019