Percorsi del gusto al vico del Marchese. Successo dell’associazione Tuttinsieme: “Il nostro è un cantiere aperto. Già guardiamo ai prossimi appuntamenti”

Non li ha fermati neppure la pioggia di dicembre. E alla fine anche il tempo li ha premiati. I cilentani che hanno voluto partecipare a "Percorsi del gusto", l’evento di ieri sera, organizzato dall’associazione Tuttinsieme, a Marina di Camerota, hanno reso la prima edizione un appuntamento di inaspettato successo. Prodotti tipici e produttori atipici, in costume d’epoca, musica, balli, fuochi pirotecnici, ed incroci di odori e colori hanno travestito l’antico vicolo del Marchese di pittoresca allegria e partecipazione. Fuochi accesi che riscaldavano le antiche padelle dei pescatori dentro cui friggeva il pesce azzurro di questo mare mitologico, si fondevano con gli aromi dei salumi dell’entroterra camerotano, mentre le antiche pietanze della marecucciata, del baccalà, dei piatti poveri dai sapori intramontabili, della rianata, degli struffoli, dei formaggi, trasformavano quei banchetti di saggezza artigiana, in vetrine della qualità. Un’opportunità di futuro che nasce dal connubbio tra la storia e l’innovazione che è tipica dei luoghi di confine, come i borghi marini.  "Cogliamo l’occasione per ringraziare le preziosissime donne e tutti i collaboratori che sono stati i principali protagonisti di questo appuntamento culturale – fa sapere l’associazione – a loro guardiamo per crescere ancora, ma soprattutto far crescere la nostra comunità". L’associazione guarda al futuro: "La valorizzazione del territorio, delle eccellenze del gusto, delle sue specificità, del proprio carattere tradizionale, dell’unicità della propria cultura è il nostro obiettivo che si fa sempre più vicino con il crescere del protagonismo di tanti cittadini che guardano a questa realtà, con interesse ed entusiasmo. Siamo una associazione che è aperta a tutti e che vuole accogliere le diverse anime di una comunità variegata per recuperare il valore dell’unione per il rilancio e lo sviluppo delle risorse locali. I percorsi del gusto, hanno vissuto, ieri sera, un entusiasmante esordio, poichè tutti i protagonisti sono stati in grado di trasformare quelli che apparentemente sono vicoli marginali del borgo marinaro di Marina di Camerota, in caratteristici sentieri dei sapori. E i sapori appunto non sono stati soltanto quelli delle prelibatezze che tutti i presenti hanno potuto apprezzare, quanto quelli della tradizione marinara, inscritta tra le pietre, i muricini, i giardini che rendono inimitabili le nostre architetture e le stradine che dal centro storico conducono al mare. Il mare appunto, come embrione delle nostre identità, ma anche volano di sviluppo, ci offrirà ancora una opportunità, la prossima estate, per accogliere i turisti, i bagnanti, i villeggianti che faranno visita a questo lembo di terra cilentana. A quell’appuntamento arriveremo preparati per offrire agli amici di Camerota una nuova immagine del territorio che è il risultato di una unità e della caparbietà di chi vuole fare". L’appuntamento di ieri si è protratto fino a tarda sera, il vicolo è stato attraversato da tantissimi curiosi che hanno voluto arricchire le proprie vacanze natalizie del valore della memoria e dell’allegria. "Per noi è un punto di partenza – fa sapere l’associazione Tuttinsieme –  per affrontare i prossimi appuntamenti, ben più ambiziosi, con maggiore grinta e determinazione. Rinnoviamo il nostro invito ad aderire all’associazione Tuttinsieme, perchè sempre più siamo convinti che attraverso il protagonismo di tutti è possibile costruire il domani del nostro territorio e la coscienza di essere i custodi di un tesoro, a noi affidato, affinchè i suoi valori possano moltiplicarsi".