Disservizi di Poste Italiane in diverse contrade:il sindaco sollecita la direzione provinciale di Salerno

Infante viaggi

In merito alle numerose segnalazioni ricevute dai residenti della contrada Ponte Barizzo circa latenti disservizi nella consegna della posta, mai recapitata negli ultimi due mesi e, solo di recente, ripresa con il contagocce e non in maniera quotidiana, l’Amministrazione comunale di Capaccio Paestum retta dal sindaco, Pasquale Marino, nel raccogliere e far propria la giusta protesta dei residenti, sollecita la Direzione Provinciale di Poste Italiane di Salerno e tutte le filiali sul territorio, dagli sportelli ai vari centri di smistamento, affinché in tempi rapidi si giunga ad una risoluzione di questa fastidiosa problematica che, negli ultimi mesi, ha investito anche il centro urbano di Capaccio Scalo e le contrade Rettifilo, Spinazzo, Scigliati e Foce Sele.

  • assicurazioni assitur

“Poste Italiane è un’azienda seria ed organizzata – spiega il primo cittadino di Capaccio – ma non possiamo non raccogliere con seria preoccupazione le decine di segnalazioni pervenuteci dai residenti di diverse contrade, in particolare quelle di Ponte Barizzo e Rettifilo. Negli ultimi mesi, infatti, il nostro comune non è stato servito con la consueta precisione ed affidabilità, addirittura a Ponte Barizzo la corrispondenza non è stata consegnata per quasi due mesi. Ciò ha creato problemi enormi, costringendo alcuni residenti a pagare anche more per bollette mai ricevute o recapitate con grave ritardo. Non sappiamo se tale incresciosa situazione, che purtroppo continua ancora oggi, sia conseguenza di disattenzione o riduzione del personale, ma invito la Direzione Provinciale di Salerno e tutti gli uffici postali ubicati sul nostro territorio ad ovviare tempestivamente a questa problematica, che sta arrecando notevoli disagi ai cittadini, i quali potrebbero rivalersi in altre sedi ed intraprendere azioni legali per tutelare i propri diritti. Allo stesso tempo, data l’estensione del nostro comune, invito i nostri cittadini ad indicare sempre, e con precisione, tutti i dati necessari al recapito, quali indirizzo, numero civico e codice di avviamento postale, al fine di facilitare il compito dei portalettere assunti di recente da Poste Italiane, notati da molti in città, e quindi non perfettamente a conoscenza del territorio”.

assicurazioni assitur