• Home
  • Attualità
  • Castiello e Gaudiano, due cilentani voteranno il nuovo presidente della Repubblica italiana

Castiello e Gaudiano, due cilentani voteranno il nuovo presidente della Repubblica italiana

di Luigi Martino

Diciannove parlamentari salernitani e di questi due cilentani, chiamati ad eleggere il nuovo Presidente della Repubblica. Si tratta di due rappresentanti del movimento 5 Stelle: Francesco Castiello e Felicia Gaudiano. Tra i grandi elettori, per la prima volta, un papà insieme a suo figlio. Stiamo parlando di Vincenzo De Luca, governatore della Campania, e suo figlio Piero, deputato Dem.

Le elezioni cominciano oggi alle 15 e vanno avanti a oltranza fino al raggiungimento del quorum elettivo. Il calendario prevede una votazione al giorno, anche per il rallentamento dei tempi causato dalle misure anti-Covid. La previsione è che l’elezione possa avvenire dal quarto giorno in poi, quando sarà sufficiente la maggioranza assoluta.

Il quorum per essere eletto presidente della Repubblica (per una durata di 7 anni) cambia a seconda degli scrutini. Nelle prime tre votazioni è necessaria una maggioranza qualificata, pari ai due terzi dell’assemblea (672 voti). Dalla quarta votazione basta la maggioranza assoluta: 505 voti.

Sono i cosiddetti Grandi elettori a votare per il presidente della Repubblica: i parlamentari in seduta comune, quindi 629 deputati (un seggio è rimasto vacante dopo la morte del deputato di Forza Italia Vincenzo Fasano), 321 senatori e 58 delegati regionali. L’articolo 83 della Costituzione prevede che l’elezione avvenga a scrutinio segreto. Anche i Grandi elettori positivi al Covid potranno votare, seguendo un percorso protetto e recandosi in un seggio ad hoc in fasce orarie prestabilite.

Si sono già tenute 13 elezioni per il capo dello Stato nella storia della Repubblica italiana. Ma abbiamo avuto 12 presidenti, perché Giorgio Napolitano è stato rieletto. Ecco tutti i presidenti della Repubblica: De Nicola (1948), Einaudi (1948-1955), Gronchi (1955-1962), Segni (1962-1964), Saragat (1964-1971), Leone (1971-1978), Pertini (1978-1985), Cossiga (1985-1992), Scalfaro (1992-1999), Ciampi (1999-2006), Napolitano (2006-2015), Mattarella (2015-2022).

©Riproduzione riservata




A Cura di

Luigi Martino

Fagocito storie miste a facce intrise di granelli di vissuto. Non ho sangue, dentro scorre mare. Assumo pillole di tradizioni e m’incanto di fronte a occhi nuovi. Porto sul groppone il peso perenne di confezionare sempre cose belle. Litigo spesso con i pulsanti della mia Nikon e sono alla continua ricerca di «enciclopedie che camminano». Mentre corro dal mare alle colline del Cilento, sotto al braccio destro ho un Mac; sotto all’altro, invece, un quintale d’umiltà. A caccia di traguardi che si rinnovano in modo perpetuo, colleziono tramonti, ingurgito libri e immagazzino abbracci senza essere sfiorato. Giornalista per professione, video-fotoreporter per ossessione, racconto storie per necessità. Giornalista per professione. Fotografo per passione. Racconto storie per necessità.
Tutti gli articoli di Luigi Martino

© Giornale del Cilento - Gerenza

Iscrizione al Tribunale Vallo della Lucania n.580/2009 del 04.09.2019