Cilento, spaccio droga: 30enne scomparsa si costituisce ai carabinieri

Infante viaggi

Era scomparsa dal radar degli inquirenti. Nella sua abitazione di Agropoli non c’era e nemmeno a Capaccio. I carabinieri della compagnia di Vallo della Lucania e del comando provinciale di Salerno l’hanno cercata ovunque. Si sono messi perfino in contatto con la polizia tedesca perchè qualcuno avrebbe ipotizzato una fuga in Germania. E l’ipotesi non si è rivelata sbagliata. Chiara Donnabella, la 30enne sfuggita al blitz del 22 gennaio scorso, su cui pende una misura cautelare, si è costituita ai carabinieri di Agropoli domenica pomeriggio. 

Donnabella, pregiudicata, era ricercata da quattro giorni. E’ rientrata proprio dalla Germania e, accompagnata dal proprio legale, si è presentata in caserma. La donna – secondo quanto accertato dalla procura di Vallo della Lucania – farebbe parte di quel gruppo di spacciatori che rifornivano studenti e giovani del Cilento. Le indagini sono partite da appostamenti nei pressi di un circolo ricreativo e hanno portato all’esecuzione di sette ordinanze cautelari per altrettanti soggetti coinvolti. Quattro persone sono finite in carcere, altre tre, invece, sono state raggiunte da obbligo di dimora nel comune di residenza. Tra loro anche stranieri. Chiara Donnabella è stata accompagnata in carcere a Fuorni.

  • assicurazioni assitur

©Riproduzione riservata

assicurazioni assitur