• Home
  • Cultura
  • Il Cilento alla Mostra Del Cinema di Venezia

Il Cilento alla Mostra Del Cinema di Venezia

di Giuseppe Galato

La storia narra proprio di tre giovani cilentani che lasciano la propria terra in un viaggio verso il Nord Italia e Parigi all’epoca dei moti insurrezionali ottocenteschi.

Il film, la cui sceneggiatura è firmata dallo stesso Martone e da Giancarlo De Cataldo, autore di “Romanzo Criminale”, e che ha come protagonisti attori del calibro di Toni Servillo (Giuseppe Mazzini ), Luca Zingaretti (Francesco Crispi), Luigi Lo Cascio, Valerio Binasco e Francesca Inaudi, è stato girato su e giù per il Cilento.

Fra le location ritroviamo dei veri e propri gioielli del Cilento, come la spiaggia di Calata del Cefalo a Pollica (bene tutelato dall’UNESCO), il Porto Delle Gatte di Santa Maria Di Castellabate (che rappresenterà il porto di Salerno nell’Ottocento), San Mauro Cilento, Palinuro, Marina di Camerota, Centola (di cui ricordiamo il borgo medievale della frazione San Severino), e il paese fantasma di Roscigno Vecchia (anch’esso tenuto in un pressoché stato di abbandono come il già citato San Severino Di Centola).

Luoghi della nostra storia, della nostra cultura, della nostra economia, che siamo costretti a ricordare grazie ad un film e che, con molta probabilità, torneranno al proprio destino di “città fantasma” dimenticate da tutti e lasciate nel degrado.

“Anche alla luce di questi risultati speriamo – afferma Maurizio Gemma, direttore della Film Commission regionale – soprattutto che la Regione Campania voglia confermare l’impegno in favore di questo settore strategico per l’economia e per l’immagine della Campania, dando continuità e rilanciando l’azione della Film Commission”.

©Riproduzione riservata



© Giornale del Cilento - Gerenza

Iscrizione al Tribunale Vallo della Lucania n.580/2009 del 04.09.2019