Tromba d’aria si abbatte su Capaccio- Paestum: danni ingenti. tempestivo l’intervento dell’amministrazione e delle forze dell’ordine

Una violenta tromba d’aria si è abbattuta nella notte (verso le ore 1:30) su Capaccio Paestum causando ingenti danni, in particolare nelle località costiere di Cinzia e Torre di Mare, dove la furia dei venti ha letteralmente spazzato via diverse strutture turistico-balneari dell’area. Rasi al diversi camping, dove sono stati divelti alberi, tende, capovolte roulotte e bungalow. Completamente distrutti anche due lidi locali. Cospicui danni anche alla base logistico-addestrativa “Torre di Paestum” della brigata bersaglieri “Garibaldi”, dislocata a ridosso della costa, mentre un fulmine ha centrato in pieno ed incendiato tre roulotte nel camping Cinzia. Per ragioni di sicurezza, un centinaio di persone sono state sfollate  e poi ospitate in alberghi della zona, dove hanno trascorso la notte. Non si sono registrati feriti ne dispersi. Secondo una prima stima, i danni causati si aggirerebbero attorno ad 1 mln di euro. La tromba d’aria, il cui epicentro è stato localizzato a largo della costa, ha proseguito la sua devastante corsa nell’entroterra, perdendo progressivamente intensità ma lambendo anche l’area archeologica, via Tavernelle e il tratto iniziare di Via Magna Graecia, dove un’intera palazzina è stata scoperchiata del tetto e numerosi alberi sono stati spezzati finendo sulla carreggiata; piegati tutti i cartelli stradali. Immediato l’intervento delle forze dell’ordine, le cui operazioni di soccorso sono state coordinate dal sindaco, Pasquale Marino, insieme agli assessori Roberto Ciuccio ed Antonio Iannelli. Presente anche il consigliere comunale Mimmo Deriso, residente nella zona colpita dal disastro. I primi ad accorrere sul posto sono stati gli agenti della polizia locale, coordinati dal comandante Antonio Rinaldi, prontamente entrati in azione dopo essere stati allertati da diverse segnalazioni e richieste di aiuto. Le operazioni di sgombero e messa in sicurezza della zona sono state avviate di concerto con i carabinieri della stazione di Capaccio Scalo, agli ordini del maresciallo Gerardo Leo, e con i vigili del fuoco, che hanno provveduto a rimuovere gli alberi caduti che ostacolavano la circolazione.

“Siamo veramente sconcertati davanti a tale sciagura – spiega il sindaco Marino – accaduta proprio all’inizio della stagione estiva, causando non solo ingenti danni economici a diverse strutture ricettive e balneari locali, ma anche compromettendo l’attività e la sopravvivenza delle stesse in un periodo di tale crisi. Ho visto scene drammatiche e persone impaurite, ma siamo felici che alla fine nessuno si sia fatto male, perché poteva davvero succedere di tutto nel cuore di questa terribile notte che difficilmente dimenticheremo. Abbiamo prontamente provveduto ad evacuare residenti e turisti della zona, alloggiandoli presso alberghi cittadini. Le forze dell’ordine, in particolare la polizia locale, sono intervenute rapidamente mettendo in campo un dispiegamento di risorse superlativo. Ora faremo la conta dei danni, che sicuramente saranno elevati, ma ci siamo già attivati per ripristinare lo stato dei luoghi. L’Amministrazione comunale è vicina agli imprenditori che hanno subito gravi perdite”.

L’emittente StileTV di Capaccio Paestum ha ripreso, in diretta, i drammatici momenti e le concitate fasi d’intervento pochi istanti dopo il disastro: le immagini ed i video effettuati nella notte sono disponibili sul portale.