Coronavirus, 3 contagi nel Cilento: ultimi aggiornamenti

Infante viaggi

di Redazione

La task force della Protezione civile della Regione Campania ha reso noto che nella giornata di ieri, mercoledì 4 marzo, sono stati complessivamente esaminati in laboratorio, presso il centro di riferimento dell’ospedale Cotugno di Napoli, 90 tamponi di cui 7 risultati positivi al coronavirus. Si attende ora la conferma ufficiale da parte dell’Istituto Superiore di Sanità.

Intanto, sempre nella giornata di ieri, è stata trasferita all’ospedale ‘Cotugno’ di Napoli, la donna incinta di Agropoli risultata positiva al Covid-19. L’estetista, 34 anni, è al terzo mese di gravidanza. Le sue condizioni cliniche sembravano non richiedere il ricovero poi si sarebbe registrato un rialzo della temperatura corporea. La 34enne era tra i contatti della professoressa 57enne rientrata, ammalata, da Parma, in Emilia Romagna. Negativi invece altri 4 tamponi che avevano avuto contatti con la donna, inclusi quelli del marito e della figlia della 57enne e di una coppia di Pollica.

Resta ricoverata all’ospedale Cotugno di Napoli la biologa di 26 anni di Montano Antilia che lo scorso 15 febbraio è rientrata dalla provincia di Padova. E’ in condizioni buone e stabili. Le sue condizioni non desterebbero particolari preoccupazioni ai medici.

E’ positivo invece il tampone effettuato su un 47enne di San Valentino Torio, collega dell’insegnante di 47 anni di Striano ricoverata all’ospedale di Sarno poi trasferita al Cotugno di Napoli. Entrambi insegnano all’Istituto Comprensivo di Torre del Greco. La donna aveva dichiarato di non aver fatto viaggi nei luoghi del Nord Italia attenzionati per il contagio. Altri 4 tamponi erano risultati negativi. Negativo anche il tampone su un’altra donna di Striano, ricoverata successivamente all’ospedale Umberto I di Nocera Inferiore, che era stata ad un festa proprio con la donna positiva al Coronavirus.

  • assicurazioni assitur

Negativo anche il tampone eseguito sulla signora di Capaccio Paestum ricoverata al Luigi Curto di Polla. La donna presentava una polmonite ed è ricoverata in rianimazione. Precedentemente era stata al pronto soccorso dell’ospedale di Roccadaspide. Lei, insieme al figlio, si erano recati al Curto nella tarda serata di martedì. Il figlio, 38 anni, è stato denunciato dai carabinieri di Sala Consilina per danneggiamento. Avrebbe forzato la porta del pronto soccorso dell’ospedale ad una richiesta di intervento da parte del personale sanitario «risultata tardiva» a detta del 38enne.

Ieri, un altro tampone è stato eseguito su una donna di Sapri entrata in contatto con familiari provenienti dal Nord. In seguito ad un malore si è presentata per il pre triage dell’ospedale dell’Immacolata dove è stato eseguito il tampone.

Complessivamente in provincia di Salerno, finora, i casi positivi al Covid-19 sono 5: tre nel Cilento e due nell’Agro-nocerino.

©Riproduzione riservata

assicurazioni assitur