Coronavirus, caso Agropoli: isolamento per persone a contatto con paziente

Infante viaggi

di Redazione

Secondo caso di coronavirus nel Cilento. La scorsa notte una professoressa di Agropoli di 57 anni è stata trasferita dall’ospedale San Luca di Vallo della Lucania al Cotugno di Napoli. La donna è risultata positiva al Covid-19. Ieri mattina si è presentata con la figlia al nosocomio di Vallo, aveva già da qualche giorno febbre alta. È stata subito trattata nella tenda allestita per il pre-triage poi è stata messa in isolamento nelle apposite stanze del Pronto Soccorso. Gli operatori del San Luca hanno immediatamente avviato il protocollo in attesa dell’esito del tampone eseguito in mattinata e inviato a Napoli, così come già fatto nei giorni scorsi per la ragazza di 26 anni di Abatemarco che una settimana fa ha fatto registrare il primo caso nel Cilento e tra i primi in Campania. Ieri sera dal Cotugno è arrivato l’esito del tampone.

  • assicurazioni assitur

La donna, professoressa presso il liceo scientificoAlfonso Gatto‘ di Agropoli, era stata a Parma per trascorrere qualche giorno con il figlio. Quando è rientrata si è messa subito in autoquarantena considerate le misure restrittive vigenti dopo il caso di Codogno. A quanto pare la donna, dal suo rientro, non ha frequentato luoghi affollati, né la scuola. Il sindaco Adamo Coppola ha fatto scattare immediatamente la quarantena per la famiglia agropolese e per tutte le persone che hanno avuto contatti con la donna negli ultimi giorni. Il liceo Gatto resterà chiuso per due giorni, anche se la donna non si è mai recata a scuola dopo il ritorno da Parma.

©Riproduzione riservata

assicurazioni assitur