• Home
  • Cronaca
  • Discarica in area protetta, scatta il sequestro: tra i rifiuti i documenti di un uomo. Denunciato

Discarica in area protetta, scatta il sequestro: tra i rifiuti i documenti di un uomo. Denunciato

di Redazione

Prosegue l’impegno del Nucleo Provinciale Guardie Ambientali Accademia Kronos nelle attività di prevenzione e repressione degli illeciti ambientali. Proprio in occasione di un controllo effettuato ad Eboli in Via Aristide Carabelli, a pochi metri dal mare ed in piena area protetta (Riserva Naturale Foce Sele Tanagro) oltre che area SIC, gli agenti hanno accertato che su di una superficie ampia circa 200 mq, ignoti avevano illecitamente smaltito ingenti quantitativi di rifiuti speciali pericolosi e non pericolosi ed in particolare: guaine bitumose dismesse, taniche di oli per motore, guarnizioni e parti di carrozzeria, inerti di origine edilizia, pneumatici esausti di varie marche e dimensioni, rifiuti indifferenziati, rifiuti plastici e ferrosi, oltre rifiuti legnosi riconducibili a circa 50 cabine di stabilimenti balneari, e numerosi sacchi in pvc nero contenenti rifiuti riconducibili a diverse categorie merceologiche.

Proprio all’interno di uno di questi sacchi contenenti rifiuti, a seguito della sua apertura e di una accurata ispezione, il personale ha accertato la presenza di alcuni documenti riconducibili a B.D. originario di Salerno. Immediatamente gli agenti hanno proceduto ad effettuare i rilievi fotografici

Alla a luce di quanto accertato gli agenti hanno denunciato l’uomo.

©Riproduzione riservata



© Giornale del Cilento - Gerenza

Iscrizione al Tribunale Vallo della Lucania n.580/2009 del 04.09.2019