• Home
  • Cultura
  • Peastum: Psichedelia al Teatro dei Templi

Peastum: Psichedelia al Teatro dei Templi

di Giuseppe Galato

Syd Barrett, all’interno del circuito Pink Floyd, è forse dalle masse il personaggio più famoso ma meno conosciuto. Famoso come icona, sconosciuto come compositore. Sono infatti pochi i brani scritti da lui, nonostante fosse il principale compositore agli albori della band, a venire in mente alla maggior parte delle persone quando si parla di Pink Floyd, vuoi per una "commercializzazione" successiva della band, vuoi per la complicatezza all’ascolto di quei piccoli gioielli firmati Barrett come "Flaming" o "Astronomy Domine", tanto per citarne due.

La sua brevissima carriera (due soli album) fu lancinata dalla sua follia, che lo portò ad isolarsi sempre di più. Quella follia che ne aveva fatto un genio compositivo sin dall’inizio, dalle registrazione del loro primo album, "The Piper At The Gates Of Dawn". Tanto che i Beatles, che in quel periodo stavano firmando un altro capolavoro della Psichedelia, "Sgt. Pepper’s Lonely Hearts Club Band", rimasero folgorati da qual sound e quell’attitudine compositiva.

In occasione della XII edizione del Paestum Festival – Come to Paestum il mito di Barrett rivive ora in un musical dal nome "Welcome To The Machine", scritto e diretto da Emiliano Galigani.

Lo spettacolo avrà inizio alle 21.30. Il costo del biglietto è di 15 euro per la platea numerata e 10 euro per la gradinata. Le prevendite sono attive presso il Botteghino dell’Arena dell’Area Archeologica (orari di apertura 18-22) e il Basilica Caffè di via Magna Grecia. Per informazioni: Fondazione Paestum Festival, segreteria organizzativa 320 3354908.

©Riproduzione riservata



© Giornale del Cilento - Gerenza

Iscrizione al Tribunale Vallo della Lucania n.580/2009 del 04.09.2019